dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 3 ottobre 2013

Vi fermereste in aree di sosta dedicate agli SMS?

Nello Stato di New York il Governatore Cuomo si è inventato le Texting Zone per migliorare la sicurezza stradale. Commentate e dite la vostra

Vi fermereste in aree di sosta dedicate agli SMS?

Arriva dagli Usa un’idea molto interessante per migliorare la sicurezza stradale: nello Stato di New York il governatore Andrew Cuomo ha pensato bene di fare installare 300 giganteschi cartelli con scritte che riguardano il cellulare. In particolare, questi segnali ricordano che è vietato inviare e leggere Sms al volante. Se proprio si ha la necessità di farlo, ci sono le Texting Zone, 91 zone Sms lungo altrettante strade statali. I cartelli serviranno a indicare l'esatta distanza dalla Texting Zone, e verranno accompagnati da esortazioni alla guida sicura, del tipo, “Aspetta ancora un po’”, “Manca poco”, “Attendi un attimo” oppure "Puoi aspettare".

UN GUAIO… INTERNAZIONALE
Va infatti evidenziato come la piaga della guida col cellulare in mano sia ormai diffusa a livello planetario (gli americani sono sensibili al problema) e i più recenti sinistri mortali o con gravi lesioni nello Stato di New York (da Albany a Livingtston, da Jefferson a Orange) ha spinto a prendere questo provvedimento, che peraltro non è uno strumento per fare cassa. Oltre all’invio e alla lettura degli Sms, sono in tanti a controllare le email o girovagare su Google, oppure a postare su Facebook e Twitter. Con l'ansia di verificare con cadenza oraria l'attività sui propri profili. ecco allora Cuomo: "Continuiamo a utilizzare ogni strumento a nostra disposizione per combattere il fenomeno di chi messaggia mentre guida. Con questo nuovo sforzo, diciamo ai conducenti: non c'è più alcuna scusa per togliere le mani dal volante e gli occhi dalla strada. Il vostro nuovo messaggio può aspettare fino alla prossima Texting Zone".

SE LE SANZIONI NON BASTANO
Il Codice della strada, in materia, è molto chiaro: è vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore. È consentito l'uso di apparecchi a vivavoce o dotati di auricolare, purché il conducente abbia adeguata capacità uditiva a entrambe le orecchie che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani. Per chi sgarra, multa di 160 euro, e sottrazione di 5 punti della patente, cui non si sfugge: la contestazione è immediata. A meno che l’agente delle Forze dell’ordine sia impossibilitato a stoppare il trasgressore, un caso rarissimo per questo genere di infrazione. Occhio anche alla recidiva: la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un'ulteriore violazione nel corso di un biennio. Ma a giudicare dai comportamenti degli italiani, e dalle ammissioni raccolte attraverso sondaggi mirati, il vizio di guidare col cellulare in mano è diffusissimo. E allora, voi sareste favorevoli alle aree di sosta per gli Sms anche in Italia?

[Foto: storify.com]

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , sicurezza stradale


Top