dalla Home

Test

pubblicato il 1 ottobre 2013

Volkswagen e-up!, prima prova su strada della piccola elettrica tedesca

Le auto a zero emissioni sono ancora troppo care, “scomode” da ricaricare e con poca autonomia, ma le citycar come questa sono davvero un punto di partenza

Volkswagen e-up!, prima prova su strada della piccola elettrica tedesca
Galleria fotografica - Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell'elettrica - primo test driveGalleria fotografica - Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell'elettrica - primo test drive
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 1
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 2
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 3
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 4
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 5
  • Volkswagen e-up!: prova su strada in anteprima dell\'elettrica - primo test drive - anteprima 6

L’auto elettrica è ancora lontana dal poter essere considerata una macchina “normale”, acquistabile ed utilizzabile tutti i giorni per andare a lavorare, oppure per fare una gita nel week-end. I problemi li conosciamo: prezzi proibitivi, scarsa autonomia e mancanza di colonnine di ricarica (soprattutto in Italia). Ma se c’è una tipologia di auto che più si presta alla trazione elettrica, bé, è quella delle auto di segmento A, le piccole citycar come la Volkswagen up!. Al Salone di Francoforte ha fatto il suo debutto la versione elettrica della piccola tedesca, la Volkswagen e-up!, che in questo video potete vedere a confronto con la sua rivale italiana, la Fiat 500e, per ora venduta solo negli USA. In occasione della prova su strada della Volkswagen cross up!, però, ho potuto guidare in anteprima proprio l’elettrica e-up!. Ecco come va.

L’AUTO “VERDE” È MOLTO “BLU”
Come potete vedere dalle foto (spero perdonerete la qualità, sono state scattate un po' di fretta con uno smartphone), da fuori la Volkswagen e-up! si riconosce soprattutto per la forma a “falce” delle luci diurne anteriori e dei catarifrangenti posteriori. Poi ci sono altri dettagli, come la cornice blu dei marchi Volkswagen davanti e dietro, i cerchi in lega carenati, cromati e di design specifico, la presa di corrente al posto del bocchettone per la benzina.

UN TASTO PER RECUPERARE ENERGIA
Dentro si ritrova il colore blu nelle cuciture di sedili e rivestimenti in pelle di volante, freno a mano e cambio, il cui selettore ha anche la posizione “B”, che incrementa la capacità di rigenerare energia in decelerazione e frenata, con un effetto “freno motore” più elevato in fase di rilascio dell’acceleratore e di frenata. Davanti alla leva del cambio ci sono i tasti per selezionare le modalità di guida “Eco+”, “Eco” e “nomale”, per disattivare l’ESP e per sbloccare lo sportello per il “rifornimento”. Anche la strumentazione cambia, con un potenziometro a sinistra del tachimetro ad indicare appunto la potenza utilizzata per avanzare e nelle fasi di rigenerazione e, sulla destra, l’indicatore del livello di carica delle batterie. Sulla e-up!, inoltre, il climatizzatore è automatico.

COMANDI MAI COSĺ MORBIDI
Dopo pochi chilometri alla guida della Volkswagen e-up!, apprezzo soprattutto la fluidità di marcia e la morbidezza e la progressività. In particolare, come termini di paragone ho in mente i modelli di auto elettriche testati negli ultimi anni, alcuni anche sotto forma di prototipi come la Volkswagen Golf, tanto per rimanere “in casa”. La e-up! mi dà l’idea di essere un’elettrica più raffinata, di ultima generazione, specie per il feedback restituito dai comandi: l’acceleratore è morbido, il freno è modulabile. Le prestazioni di una piccola elettrica del genere sono particolarmente “belle” per le condizioni di guida di tutti i giorni, nel senso che le velocità più frequenti (diciamo 50-80 km/h) si raggiungono in un attimo, senza sforzo. Il tutto ovviamente senza vibrazioni e senza rumore. Nei pochi chilometri del test drive non mi sono fatto mancare tratti scorrevoli di strade di campagna e autostrade, dove l’andatura più naturale da tenere si aggira sui 100 km/h (per lo 0-100 km/h ci vogliono 12,4 secondi). La velocità massima è invece limitata a 130 km/h.). L’asfalto, tra l’altro, è bagnato e mi permette di capire quanto l’ESP deve “tagliare” la coppia esuberante del motore (210 Nm già da “0 giri/min”, come ogni elettrico che si rispetti) nelle partenze da fermo. In modalità “Eco+” e con la trasmissione in posizione “B”, rilasciando l’acceleratore nei rallentamenti il “freno motore” è evidente, ma non a basse velocità, per non rovinare la scorrevolezza.

PREZZO TEDESCO: 26.900 EURO
Il prezzo della Volkswagen e-up! non è ancora stato definito per l’Italia (dove la commercializzazione inizierà in primavera), mentre in Germania il listino è di 26.900 euro, batterie agli ioni di litio da 18,7 kWh alloggiate sotto il pianale comprese. Un prezzo ancora elevato, con cui si porta a casa una piccola elettrica con una potenza di picco di 60 kW/82 CV e un’erogazione continua di 40 kW/55 CV. L’autonomia massima è di 150 km e con il sistema optional Combined Charging System (CCS) - che permette di collegarsi a vari tipi di ricarica, continua o alternata - il tempo di ricarica delle batterie varia dai 30 minuti necessari a riempire all’80% gli accumulatori da una colonnina a corrente continua alle 9 ore di una ricarica completa da una presa di corrente domestica, passando per le 6 ore di una “wall box”, installabile anche a casa. La garanzia sulle batterie è di 8 anni o 160.000 km e le persone che hanno effettuato i pre-ordini in Europa finora sono 500.

Galleria fotografica - Volkswagen e-up!Galleria fotografica - Volkswagen e-up!
  • Volkswagen e-up! - anteprima 1
  • Volkswagen e-up! - anteprima 2
  • Volkswagen e-up! - anteprima 3
  • Volkswagen e-up! - anteprima 4
  • Volkswagen e-up! - anteprima 5
  • Volkswagen e-up! - anteprima 6

Scheda Versione

Volkswagen e-up!
Nome
e-up!
Anno
2014 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Volkswagen , auto europee , auto elettrica


Listino Volkswagen up!

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
e-up! anteriore elettrico 82 4 € 27.400

LISTINO

 

Top