dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 30 settembre 2013

Nuova MINI, con motori a 3 cilindri e ammortizzatori regolabili

Il 1.5 benzina a 3 cilindri ha 136 CV, il diesel 116 CV. Il 2 litri a 4 cilindri arriva a 192 CV

Nuova MINI, con motori a 3 cilindri e ammortizzatori regolabili
Galleria fotografica - MINI, i nuovi motoriGalleria fotografica - MINI, i nuovi motori
  • MINI, i nuovi motori - anteprima 1
  • MINI, i nuovi motori - anteprima 2

BMW svela i primi dettagli tecnici della nuova MINI e lo fa con oltre un mese di anticipo rispetto alla presentazione ufficiale che si terrà il prossimo 18 novembre in contemporanea ad Oxford (GB), Tokyo (JP) e Los Angeles (US). La MINI di terza generazione, che sarà in vendita nel primo trimestre del 2014, sarà dotata di motori a 3 e 4 cilindri, sia a benzina che diesel e a detta dello stesso costruttore “continuerà a puntare su di un comportamento stradale agile e sportivo”. A tal fine sarà introdotto per la prima volta un sistema di regolazione elettrica degli ammortizzatori, dotato di due settaggi Sport e Comfort.

TRE CILINDRI, BENZINA E DIESEL
Spostando ancora un po’ più avanti i limiti della filosofia progettuale MINIMALISM, la nuova MINI monterà motori a benzina che associano al sistema TwinPower turbo il controllo variabile degli alberi a camme Vanos e sulle versioni più potenti il sistema Valvetronic. Tutti i motori hanno il basamento separato dai cilindri, testata in alluminio, albero motore forgiato in acciaio e rispondono alla normativa Euro 6. I propulsori a 3 cilindri hanno poi un contralbero di bilanciatura, contro i due dei motori a 4 cilindri. Al lancio la nuova MINI avrà i motori a benzina 1.5 a 3 cilindri da 136 CV e il 2.0 a 4 cilindri da 192 CV. La MINI 1.5 vanta un picco di coppia massima di 220 Nm a 1.250 giri/min (incrementabile a 230 Nm per brevi istanti con l’overboost), mentre la 2.0 arriva a quota 280 Nm (300 Nm con overboost). In entrambi i casi il regime massimo è di 6.500 giri/min. Una nuova caratteristica è la posizione del turbocompressore integrato nel collettore di scarico. Grandi novità sul fronte dei motori a gasolio, dove la nuova MINI sfoggia l’inedito 1.5 diesel 3 cilindri da 116 CV e 270 Nm. Il sistema di iniezione common rail lavora a 2.000 bar di pressione e permette alla nuova MINI diesel di consumare il 7% in meno dell’attuale 1.6.

ASSETTO COMFORT O SPORT
Il cambio manuale della nuova MINI ha un sensore che adatta i giri motore alle esigenze di cambiata. Il sistema start/stop è disponibile anche sul cambio automatico, che in collegamento con il navigatore è in grado di inserire la marcia adatta al percorso che si affronta. Un’eredità della serie precedente la si trova nelle sospensioni a ruote indipendenti MacPherson davanti e a bracci multipli dietro (ulteriormente evolute), con in più la grande novità degli ammortizzatori regolabili elettricamente. Questo sistema si basa sull’utilizzo di apposite valvole che gestiscono le fasi di compressione ed estensione degli ammortizzatori; il tutto viene gestito da un semplice pulsante in plancia con il quale è possibile scegliere fra una risposta sportiva o una più confortevole.

LEGGEREZZA E AERODINAMICA
Per migliorare l’aerodinamica e ridurre i consumi sono utilizzate ruote in lega leggera profilate, pneumatici con bassa resistenza al rotolamento e carenature sotto scocca. Il servosterzo elettronico della nuova MINI (EPS) varia la sua azione in base alla velocità e grazie alla configurazione dell’avantreno migliora la rapidità di risposta ed elimina problemi di controllo alla massima potenza. L’impianto frenante della nuova MINI si basa su pinze e dischi più leggeri e meglio protetti che garantiscono la riduzione delle masse non sospese e una durata maggiore delle componenti.

RIGIDEZZA FA RIMA CON SICUREZZA
Un grande lavoro è stato effettuato anche sulla realizzazione della scocca della nuova MINI, ora più leggera e più rigida. L’utilizzo di acciai alto resistenziali di seconda generazione, di acciai microlegati e laminati a caldo per le componenti legate alla sicurezza. A titolo di esempio di questa particolare cura verso le lamiere della nuova MINI basti citare i montanti centrali ricoperti con elementi d’acciaio galvanizzato che non richiede ulteriori processi anti corrosione. L’alleggerimento della scocca è stato fatto in abbinamento alla maggiore rigidità della cellula di sicurezza interna e all’irrobustimento del padiglione. Per la sicurezza dei pedoni la nuova MINI propone anche un cofano motore attivo che in caso di impatto imminente (fra 20 e 55 km/h) si alza nella parte posteriore per ridurre i danni all’investito. Allo stesso scopo è stato installato un ammortizzatore fra il paraurti e il cofano.

Galleria fotografica - MINI VisionGalleria fotografica - MINI Vision
  • MINI Vision - anteprima 1
  • MINI Vision - anteprima 2
  • MINI Vision - anteprima 3
  • MINI Vision - anteprima 4
  • MINI Vision - anteprima 5
  • MINI Vision - anteprima 6

Scheda Versione

Mini MINI
Nome
MINI
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Anticipazioni , Mini , auto inglesi , nuovi motori


Listino Mini MINI

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
One 55kW anteriore benzina 75 1.2 4 € 17.100

LISTINO

One 55kW anteriore benzina 75 1.2 4 € 17.100

LISTINO

One anteriore benzina 102 1.2 4 € 18.950

LISTINO

One anteriore benzina 102 1.2 4 € 18.950

LISTINO

One Boost anteriore benzina 102 1.2 4 € 20.550

LISTINO

One D anteriore diesel 95 1.5 4 € 20.700

LISTINO

One D anteriore diesel 95 1.5 4 € 20.700

LISTINO

Cooper anteriore benzina 136 1.5 4 € 21.450

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top