dalla Home

Test

pubblicato il 26 settembre 2013

Skoda Rapid Spaceback: la Golf ceca

La Rapid si taglia la coda e si inserisce nel combattutissimo segmento C

Skoda Rapid Spaceback: la Golf ceca
Galleria fotografica - Skoda Rapid SpacebackGalleria fotografica - Skoda Rapid Spaceback
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 1
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 1
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 2
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 3
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 4
  • Skoda Rapid Spaceback - anteprima 5

La Skoda Rapid Spaceback rappresenta il debutto di una Skoda a due volumi nel segmento C ed è la seconda variante della gamma Rapid dopo la tre volumi. Non è costruita sulla piattaforma più nuova del Gruppo VW – l'ormai famoso pianale MQB – ma dal punto di vista tecnologico ha poco o nulla da invidiare a gran parte della concorrenza. I motori, per esempio, sono tutti a iniezione diretta e turbo: per il momento sono disponibili l'1.2 TSI a benzina da 86 e 105 CV, l'1.4 TSI da 122 e l'1.6 TDI da 90 e 105, ma più avanti dovrebbero arrivare anche unità più potenti. Non manca il cambio a doppia frizione DSG, disponibile sulla 1.4 TSI e sulla 1.6 TDI da 90 CV. Sì, la Rapid Spaceback sembrerebbe perfetta per chi, invece di una Golf VI usata, preferisce un'auto nuova, ma dotata della stessa meccanica della tedesca.

FACCIA DA SKODA
Se c'è qualcosa che non manca alle Skoda è il family feeling. Al di là dei gusti personali – le linee possono piacere o meno - è innegabile che i designer siano riusciti a conferire una spiccata personalità alle loro vetture. Basta uno sguardo per capire che la Rapid Spaceback viene da Mlada Boleslav. Linee geometriche e pulite dominano il muso (con la mascherina a listelli verticali e i proiettori a sviluppo orizzontale), superfici vetrate ampie alleggeriscono la fiancata, mentre le due “C” nei fari posteriori danno la tipica impronta Skoda alla coda dell'auto. Detto questo, è altrettanto innegabile che le proporzioni della vettura siano poco sportive: rispetto all'altezza, la Spaceback è più stretta della media delle rivali: cee'd, Focus e Astra in particolare. Un piccolo vezzo sportivo, però, la ceca se lo concede: la versione StylePlus (860 euro) si fa bella con il tetto panoramico, le calotte degli specchietti e i cerchi da 17” neri e il lunotto esteso: la vetratura nera si allunga di 10 cm verso il basso.

SFRUTTAMENTO INTELLIGENTE DELLO SPAZIO
E' una bella sorpresa, quella che si cela dietro le portiere: l'abitacolo della Spaceback è ampio in tutte le direzioni e in quattro è difficile trovare limitazioni. Ho provato a stare seduto dietro a un collega alto 192 cm: le mie ginocchia non toccavano lo schienale del sedile anteriore. Tipicamente Skoda il design d'interni e i materiali: il primo è austero - il profilo lucido nella plancia rinfresca solo parzialmente il look - mentre i secondi sono di buona qualità nella parte superiore dell'abitacolo e concedono qualcosa alle economie produttive nelle porzioni media e inferiore. Spazia fra 415 e 1.380 litri la capacità del bagagliaio.

SENSAZIONI DI GUIDA GIA' VISSUTE
Come anticipato in apertura, motori, cambio e pianale sono quelli della Golf VI. E si sente. Sto parlando innanzitutto della piacevole sensazione di sicurezza: la prima impressione che ricavo è che il telaio sia disposto a perdonarmi tutto, fisica permettendo. Equilibrata la taratura delle sospensioni: mai troppo rigide sulle sconnessioni, frenano molto bene il rollio in curva. E quando mi lascio prendere un po' la mano sui colli della sponda veronese del lago di Garda, un progressivo sottosterzo mi avvisa che i pneumatici sono “arrivati”, che non è il caso di spingere oltre. Nessuna sorpresa per quanto riguarda i motori. Il 1.600 TDI risponde prontamente ai comandi del gas, assicurando spinta da 1.400 a 3.600 giri (allunga fino a 4.000, ma si può cambiare prima tranquillamente), ma rispetto ad alcuni propulsori della concorrenza – Honda e Ford su tutti – è un po' ruvido e rumoroso fra 2.000 e 3.000 giri. Detto questo, i 5,6 l/100 km di consumo medio indicati dal computer di bordo nel corso della prova sono a prova di budget familiare. Consuma un po' di più – 6,9 l/100 km – il 1.200 turbo benzina da 105 CV, ma tra i due è senza dubbio quello che mi ha convinto di più. Ai bassi regimi spinge quasi come il diesel, ma si prende un bel vantaggio nell'allungo e, soprattutto, è molto più fluido lungo l'intero arco di erogazione. Senza contare che costa 2.150 euro in meno, a parità di allestimento.

DNA SKODA
Nel claim Simply Clever di Skoda è racchiusa buona parte della filosofia del Marchio, orientata alla massima convenienza. Che non significa prezzi stracciati, ma un equilibrio quasi imbattibile fra listino e contenuti offerti. La Rapid Spaceback condensa questo concetto alla perfezione, meglio di alcune sorelle che hanno ceduto un po' alla vanità, vedi per esempio la Yeti. La Spaceback no: nel segmento C è una delle vetture più economiche – sui livelli della Ford Focus – nonostante un livello qualitativo elevato e una meccanica di prim'ordine. I prezzi partono dai 16.260 euro della 1.2 TSI Active e toccano quota 22.400 con la 1.6 TDI CR Styleplus, ovvero con tetto panoramico e lunotto esteso di cui sopra. Le più interessanti per il mercato italiano (quelle che il marketing Skoda prevede di vendere maggiormente) sono la 1.2 TSI da 86 CV e la 1.6 TDI da 105, entrambe nell'allestimento top Elegance: 18.570 e 21.370 euro rispettivamente. Cifre competitive, soprattutto alla luce della dotazione di serie, comprensiva, tra gli altri, di: attacchi Isofix, spatola per il ghiaccio nello sportello del carburante (piccola accortezza che non tarderà a farsi apprezzare), cruscotto con display multifunzione, schienale del sedile posteriore abbattibile frazionatamente, fendinebbia, volante in pelle con comandi integrati, cerchi in lega da 16”, impianto vivavoce Bluetooth con comandi vocali, cruise control e sensori di parcheggio posteriori. Le consegne inizieranno a novembre.

Scheda Versione

Skoda Rapid Spaceback
Nome
Rapid Spaceback
Anno
2013
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Wagon
Porte
5 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Skoda , auto europee


Listino Skoda Rapid

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.2 TSI 86cv Active anteriore benzina 86 1.2 5 € 16.400

LISTINO

1.2 TSI 105cv Active anteriore benzina 105 1.2 5 € 17.110

LISTINO

1.2 TSI 66kW Active anteriore benzina 90 1.2 5 € 17.480

LISTINO

1.2 TSI 86cv Ambition anteriore benzina 86 1.2 5 € 17.690

LISTINO

1.2 TSI 66kW Ambition anteriore benzina 90 1.2 5 € 18.230

LISTINO

1.2 TSI 105cv Ambition anteriore benzina 105 1.2 5 € 18.400

LISTINO

1.6 TDI CR 90cv Active anteriore diesel 90 1.6 5 € 18.570

LISTINO

1.2 TSI 86cv Elegance anteriore benzina 86 1.2 5 € 18.740

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top