dalla Home

Tuning

pubblicato il 25 settembre 2013

Zender Abarth 500 Corsa stradale

Grinta e pepe per la preparazione della piccola italiana che è apparsa al Salone di Francoforte

Zender Abarth 500 Corsa stradale
Galleria fotografica - Zender Abarth 500 Corsa stradaleGalleria fotografica - Zender Abarth 500 Corsa stradale
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 1
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 2
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 3
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 4
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 5
  • Zender Abarth 500 Corsa stradale - anteprima 6

Per gli appassionati di auto sportive la parola “corsa” e “stradale” non è nuova: produttori esclusivi quali Ferrari e Maserati le hanno usate per classificare modelli sportivi omologati per l’utilizzo cittadino, ed in occasione del Salone di Francoforte è arrivato il momento anche per la Casa dello Scoprione, meglio nota come Abarth. Grazie a Zender, società di tuning molto attiva tra gli anni 80 e 90, è nata la Zender Abarth 500 Corsa stradale, versione “pompata” della piccola citycar dal cuore rabbioso. Parliamo di un esercizio di stile che per ora rimane un prototipo, non essendo stato annunciato una effettiva messa in produzione del modello, nemmeno su ordinazione. Ma le caratteristiche che esprimono grinta (non solo progettuale) ci sono tutte: la “MINI italiana” è infatti cresciuta nelle dimensioni e nella potenza, ora a quota 240 CV, che il piccolo 1,4 litri turbo bene esprime nello 0-100 km/h coperto in soli 6,5 secondi. La velocità massima è di 232 Km/h, mentre la coppia sale fino a quota 335 Nm.

Esteticamente la Zender Abarth 500 Corsa stradale cambia parecchio, a partire dalla parte frontale che racchiude in un pezzo unico il cofano motore , il profilo-calandra e parafango, in un troncone che si solleva verso l’auto come le auto che siamo abituati a vedere in pista. Crescono di dimensioni anche le minigonne laterali, ma al colpo d’occhio sono i passaruota posteriori ad aver ricevuto particolare attenzione: vi trovano spazio cerchi in lega leggera da 18 pollici che calzano pneumatici ad alte prestazioni Pirelli P Zero Black performance, a cui è affidato il compito di regalare ulteriore feeling di guida. Anche il parafango posteriore è cambiato, e lo scarico trova spazio in una posizione più elevata, con il doppio terminale che esce a metà del paracolpi, raggiunto da un estrattore che nasce nella parte bassa dell’auto. Internamente il lavoro del tuner si è concentrato sui sedili, sempre sportivi ma su misura del cliente, mentre la pelle è stata cambiata con una variante bicolore con cuciture decorative. A completare l’elaborazione vi sono battitacco e pedaliera in acciaio inox, materiale che da sempre contraddistingue i modelli più sportivi.

Scegli Versione

Autore: Davide Lonardi

Tag: Tuning , Abarth , auto europee , francoforte , auto italiane , tuning


Top