dalla Home

Home » Argomenti » Codice della Strada

pubblicato il 19 settembre 2013

Nuovo Codice della Strada: "In 6 mesi si può fare"

Michele Meta, Presidente Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, garantisce il massimo impegno sulla riforma

Nuovo Codice della Strada: "In 6 mesi si può fare"

Codice della strada: centinaia di articoli sono di nuovo sotto revisione. Come già spiegato da OmniAuto.it lo schema di disegno di legge al vaglio in Parlamento si prefigge di intervenire sul Codice della strada per migliorarlo e per razionalizzare i tanti interventi legislativi che ha subito negli anni. Si sta lavorando alacremente a questa riforma, ha confermato ieri Michele Meta, Presidente Commissione Trasporti della Camera dei Deputati, durante la tavola rotonda organizzata da Dekra sul tema della sicurezza stradale. "Il cantiere della riforma lo apriamo subito", ha detto Meta, secondo cui il Codice della strada dovrebbe essere più snello, con meno articoli, e dovrebbe essere diviso in due parti: una riferita ai comportamenti scorretti alla guida ed un'altra più concentrata sulla gestione delle strade.

In Commissione, come ha garantito il Presidente Meta, c'è un clima di grande impegno e fiducia. "In sei mesi si può fare", ha detto. E a proposito di sicurezza stradale - il tema della conferenza alla quale ha partecipato ieri a Roma, dove è stato presentato il Report Internazionale Sicurezza Dekra 2013 - ha detto che i proventi delle multe andrebbero reinvestiti in modo più sostanzioso nella messa in sicurezza delle strade. Sono due miliardi di euro all'anno, come ha ricordato Meta, e questo è - a suo dire - un "principio fondamentale": "Il diritto alla sicurezza deve essere un diritto di rango costituzionale". Resta però da vedere se il governo Letta riuscirà a superare questo momento di incertezza. Affinché questi lavori alla riforma del Codice della strada giungano al termine, ha indicato Meta, bisogna andare avanti senza crolli.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , sicurezza stradale


Top