dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 settembre 2013

Alfa Romeo 4C: "Bentornata trazione posteriore!" [VIDEO]

La 4C fa tornare a sognare gli appassionati del marchio italiano, in attesa delle prossime novità “tutto dietro”

Galleria fotografica - Alfa Romeo 4CGalleria fotografica - Alfa Romeo 4C
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 1
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 2
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 3
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 4
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 5
  • Alfa Romeo 4C - anteprima 6

Ci siamo! Con l’Alfa Romeo 4C possiamo finalmente dire che una vettura del Biscione torna ad avere la trazione posteriore. Sinonimo di massimo piacere di guida e di sportività, questa soluzione costruttiva riassume al meglio le aspettative che gli appassionati ripongono nell’Alfa 4C, modello fondamentale per l’ennesimo rilancio di un marchio che tutto il mondo invidia all’Italia. Ferdinand Piech, “super presidente” del gruppo Volkswagen, ha tentato più volte di comprarselo… . Vi abbiamo raccontato l’emozione nell’incontrarla la prima volta (video), siamo andati a vedere come nasce nella fabbrica Maserati di Modena (video) e vi abbiamo mostrato in anteprima com’è fatta dentro (video). Ora non resta che provarla e nell’attesa le abbiamo dedicato un video, ripercorrendo anche la storia recente che ci ha portato ad un’Alfa Romeo a trazione posteriore: la 4C, ordinabile da ottobre ad un prezzo di 53.000 euro.

È nel 1997 che si inizia a “fare sul serio”, con la presentazione al Salone di Francoforte dell’Alfa Romeo 156, primo modello del marchio del Biscione a differenziarsi dopo anni dalla produzione Fiat con l’adozione di sospensioni anteriori a quadrilatero alto e posteriori McPherson. Il risultato è un comportamento su strada da riferimento, che assieme ad una linea riuscita sanciscono il successo di questa berlina 3 volumi Alfa Romeo (e delle successive varianti Sportwagon e Crosswagon Q4). Mancava una cosa, però, per tornare davvero alla tradizione sportiva del marchio: la trazione posteriore, per sfidare la BMW Serie 3. Nel 2000 l’eredità della 156 viene raccolta dall’Alfa Romeo 147. Stesse sospensioni, handling e piacere di guida da primato e linea di successo: ancora una volta ci sarebbe voluta la trazione posteriore, che proprio BMW di lì a poco fa debuttare tra le berline a 2 volumi con la Serie 1. Nel 2007, finalmente, questo marchio di sportività, torna su un’Alfa Romeo, la 8C Competizione. Si tratta però di una fuoriserie da collezione basata su telaio e meccanica Maserati e tutto “finisce” in un fuoco di paglia. L’Alfa Romeo 4C, però, scalda di nuovo il cuore, con una produzione all’anno di 3.500 esemplari per tutti i mercati mondiali, 1.000 destinate all’Europa, altre 500 ai mercati Middle East e Africa, 1.200 al Nordamerica e 800 al resto del mondo. La speranza è che sia solo l’inizio di una nuova gamma di Alfa Romeo a trazione posteriore: nel 2015 arriverà l’Alfa Romeo Duetto o Spider, sviluppata assieme alla nuova Mazda MX-5. E poi c’è grande attesa anche per la berlina nota come Alfa Romeo Giulia, basata sulla Maserati Ghibli.

Per leggere tutti gli articoli, vedere tutte le foto e guardare tutti i video sull’Alfa Romeo 4C, cliccate su questo link.

Scheda Versione

Alfa Romeo 4C
Nome
4C
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
sportive
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Curiosità , Alfa Romeo , auto italiane


Listino Alfa Romeo 4C

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.750 TBi Coupé posteriore benzina 240 1.7 2 € 65.500

LISTINO

 

Top