dalla Home

Home » Argomenti » Assicurazioni

pubblicato il 18 settembre 2013

Rc auto: chi è in prima classe ha subito il rincaro maggiore

Secondo uno studio condotto in otto delle principali città italiane si paga fino all'11,7% in più rispetto a tre mesi fa

Rc auto: chi è in prima classe ha subito il rincaro maggiore

Rc auto sempre più "ballerina". Negli ultimi tre mesi i premi hanno subito oscillazioni maggiori rispetto a quanto non sia accaduto nei mesi precedenti e, stando ai risultati emersi nel Focus realizzato da Facile.it, il profilo che ha incassato i rincari più consistenti è quello in prima classe di merito. Gli automobilisti italiani che rientrano in questa categoria si trovano a pagare fino all'11,7% in più rispetto a tre mesi fa. Oscillazioni ancora più ampie sono state registrate nel caso del secondo profilo preso in esame dal Focus: donna sposata di 35 anni, diplomata, che guida una Opel Corsa 1.4 benzina ed è in quarta classe di merito con nessun sinistro denunciato negli ultimi 5 anni. In questo caso Facile.it ha rilevato oscillazioni che vanno dal -11,2% di Napoli (calo più significativo di tutta la rilevazione) al +12,2% di Firenze, mentre la variazione rimane contenuta a Verona (-0,7%) e a Bologna (-1,1%). Da notare, tra questi numeri, che il calo già iniziato a maggio dei premi assicurativi al Sud sta continuando.

Situazione invece stabile per i neopatentati ovvero per l'ultimo profilo analizzato: uomo neopatentato di 19 anni, studente single, guida una Fiat Punto 1.3 Diesel ed è in quattordicesima classe di merito (prima assicurazione). Solo a Napoli si è registrato un -5,2% rispetto a maggio scorso, mentre l’aumento massimo è limitato all’1,1% di Palermo. Riguardo infine alla richiesta di coperture aggiuntive per la propria auto, dal Focus di Facile.it è emerso che, dopo un trimestre in cui accadeva il contrario, è sceso il ricorso alla copertura aggiuntiva dell'assistenza stradale (era del 48,67% tre mesi fa, adesso è del 43,01%) ed è salita ancora quella contro gli infortuni al conducente (dal 42,34% al 48,74%). Si riducono le altre richieste di copertura accessoria: quella per furto ed incendio, più adatta ad auto nuove, cala ancora e arriva al 15,72%; la tutela legale passa dal 33,68% al 27,53%, quella contro gli atti vandalici si dimezza e arriva al 6,48%.

Scopri tutto sulle assicurazioni.

Autore:

Tag: Attualità , assicurazioni


Top