dalla Home

Live

pubblicato il 18 settembre 2013

Salone di Francoforte, il futuro è presente con le auto ibride ed elettrificate [VIDEO]

Prestazioni massime, oppure consumi minimi: le auto con due motori sono realtà

Galleria fotografica - Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettricheGalleria fotografica - Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 1
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 2
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 3
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 4
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 5
  • Le auto elettrificate del Salone di Francoforte 2013: ibride ed elettriche - anteprima 6

L’edizione 2013 del Salone di Francoforte sembra un mondo parallelo: fuori dai cancelli la crisi, l’Europa che attende gli esiti delle elezioni politiche in Germania, importanti per le vicende dell’Unione europea. Dentro a quello che è anche il Salone delle auto ibride ed elettrificate - che potete vedere nel video -, si respira invece un’aria diversa, in un’atmosfera di ottimismo alimentata proprio dai costruttori tedeschi, che a Francoforte giocano storicamente in casa: gli stand dei marchi infatti non sono delle semplici aree allestite dentro un unico padiglione, ma ogni casa automobilistica ha un “capannone” tutto per sé, un vero e proprio palazzetto con tanto di logo e che fa a gara per essere il più spettacolare di tutti. Tant’è vero che per spostarsi da una parte all’altra si prende addirittura la macchina, come potete vedere nei video che abbiamo realizzato nei nostri Live dal Salone.

IBRIDE SPORTIVE: AUDI, BMW E PORSCHE
Inziamo dall’Audi quattro Sport concept, prototipo di coupé sportiva da 700 CV, che grazie alla presenza del motore elettrico dichiara un consumo di 40 km con un litro di benzina. Anche la BMW i8 è una sportivissima ibrida, che essendo plug-in offre la possibilità di ricaricare le batterie da una presa di corrente. Oltre a due motori ha anche due cambi, in vendita ad un prezzo superiore ai 100.000 euro. E’ invece di 30 km con un litro il consumo della Porsche 918 Spyder, supercar ibrida plug-in in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e di toccare i 340 km/h. Realizzata in fibra di carbonio, magnesio e alluminio, quest’auto da sogno costa 780.000 euro.

IBRIDE A TUTTO RISPARMIO
Pratica, funzionale e spensierata: è così che si presenta la Citroen Cactus, prototipo che mostra soluzioni come gli Airbump, cuscinetti d’aria sulle portiere per limitare i danni nei piccoli urti. Sotto il cofano la propulsione Hybrid Air affianca ad un motore a benzina 3 cilindri un serbatoio di azoto in pressione che fa scendere il consumo dichiarato fino a 33 km con un litro di benzina. Ibrida, oppure completamente elettrica, è invece la BMW i3, piccola auto da città futuristica che con il solo motore elettrico percorre fino a 200 km prima di scaricare le batterie. Si sale a 300 km di autonomia scegliendo la i3 ibrida, con un motore a benzina 2 cilindri 650 di cilindrata ad affiancare l’elettrico. Il tutto a partire da poco più di 36.000 euro. Si chiama invece Peugeot 208 Hybrid FE il prototipo di ibrida elettrica a benzina che promette un consumo di 50 km con un litro. Sotto il cofano c’è un tre cilindri 1.0 costriuto in parte in titanio, mentre il motore elettrico muove le ruote posteriori per un’accelerazione da 0 a 100 km/h di 8 secondi grazie una carrozzeria molto aerodinamica e leggera.

AUTO ELETTRICHE VERSO LA NORMALITA’
100% elettrica è la Fiat 500e, variante a zero emissioni della citycar torinese, per ora venduta solo negli Stati Uniti. Ha 111 CV e grazie ad una carrozzeria più aerodinamica di una normale 500 percorre fino a 140 km con le batterie completamente cariche. Ad un costo che, in America, è di 500 dollari all’anno. A sfidare la 500e ci pensa la Volkswagen e-up!, cittadina elettrica tedesca con un motore meno potente dell’italiana, 82 CV, ma un’autonomia superiore, pari a 150 km. Con una colonnina a corrente continua, inoltre, è possibile ricaricare le batterie all’80% in 30 minuti. L’altra elettrica del marchio tedesco è la Volswagen e-Golf, che deriva dall’auto più venduta e quindi diffusa in Europa, puntando dunque a rendere sempre più “normale” l’utilizzo di un’auto elettrica. La e-Golf ha un motore da 115 CV e percorre fino a 190 km prima di dover ricaricare le batterie. Tocca i 140 all’ora e promette un costo di poco più di 3 euro per fare 100 km.

LUSSO E IBRIDO A BRACCETTO
Tra le auto ibride, nemmeno la lussuosa e raffinata Mercedes S 500 Plug-in Hybrid rinuncia a dichiarare consumi da scooter, nonostante i 400 CV di potenza. Si parla di più di 33 km con un litro di benzina e di un massimo di 30 km percorribili in modalità puramente elettrica, con la possibilità di caricare le batterie viaggiando ad esempio in autostrada. E avere di nuovo la possibilità di attraversare la città successiva in elettrico. Lusso e ibrido si sposano anche sulla Range Rover Hybrid e sulla Range Rover Sport Hybrid, le prime SUV ibride diesel di serie del mondo. I 48 CV del motore elettrico si sommano alla potenza del 3.0 V6 turbodiesel per un totale di 340 CV. Prestazioni da 8 cilindri e consumi ridotti: in media si dichiarano più di 15 km con litro di gasolio. Prima volta tra le auto ibride anche per il SUV BMW X5 e-drive, un prototipo di veicolo plug-in con consumi dichiarati di oltre 26 km con un litro di benzina.

IBRIDO A METANO: IL MASSIMO DEL MINIMO
Per minimizzare al massimo l’impatto ambientale, infine, il prototipo Opel Monza Concept abbina alla propulsione ibrida - realizzata con un motore elettrico e un 1.0 3 cilindri turbo - l’alimentazione a gas metano. Un’accoppiata vincente in termini di riduzione delle emissioni inquinanti, visto che il metano è il più pulto tra i combustibili ad oggi utilizzati sulle automobili.

LASCIANDO PER ULTIMI I PRIMI...
Concludiamo con la Toyota Yaris Hybrid-R, nuovo prototipo del costruttore numero uno per quel che riguarda le auto ibride. E che per questa Yaris dichiara una potenza di 420 CV: per ottenere il massimo della prestazione un super capacitore che prende il posto delle batterie. Sono così disponibili fino a 120 CV in più per 5 secondi, con i motori elettrici montati sulle ruote posteriori, per fungere anche da controllo elettronico di trazione.

Autore:

Tag: Live , francoforte , auto elettrica , auto ibride


Top