dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 16 settembre 2013

Infiniti Q30 Concept

La nuova compatta di lusso giapponese si svela in anteprima con forme a metà strada fra coupé, monovolume e crossover

Infiniti Q30 Concept
Galleria fotografica - Infiniti Q30 ConceptGalleria fotografica - Infiniti Q30 Concept
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 1
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 2
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 3
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 4
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 5
  • Infiniti Q30 Concept - anteprima 6

Il futuro delle auto di lusso compatte si chiama Infiniti Q30 Concept, o almeno è quello che promette il marchio premium giapponese al Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013). L’aggressiva strategia di espansione in nuovi segmenti del mercato di lusso passa infatti attraverso la Infiniti Q30 Concept, proposta di stile che dopo Etherea cerca di prefigurare in maniera fedele la futura compatta premium, un po’ crossover, un po’ monovolume e un po’ coupé. L’obiettivo dichiarato è quello di affascinare le giovani generazioni, quelle meno appassionate di auto, con proposte di stile non convenzionali. Il target va quindi oltre quello che compra Audi A3, BMW Serie 1 e Mercedes Classe A. Il risultato produttivo di questo prototipo si chiamerà Q30 e sarà venduto a partire dal 2015.

PROPOSTA DI STILE MOLTO CONCRETA
La forma rialzata della Infiniti Q30 Concept, oltre a facilitare la visibilità nelle manovre di parcheggio, è pensata per rifarsi alla moda delle SUV crossover contemporanee, ma le linee fluide e scolpite della carrozzeria riprendono molti dei canoni estetici giù sperimentati sulla nuova Q50 e sulle precedenti concept, Essence in primis. Non a caso il padre della Infiniti Q30 Concept è lo stesso Alfonso Albaisa cresciuto alla scuola di Shiro Nakamura, anima stilistica di Nissan. L’esperienza accumulata anche con la Etherea e la Emerg-e è evidente nella forma prominente della calandra, nelle ruote da 20” con inserti viola e l’aggiunta di elementi in fibra di carbonio ispirati alla Formula 1 RB9 di Infiniti Red Bull Racing. Si tratta di un dettaglio che svela il ruolo svolto da Sebastian Vettel nello sviluppo della nuova vettura. Per il resto le forme della Infiniti Q30 Concept sembrano ormai poco lontane da quelle definitive della Q30 di serie.

UN LUSSO INTERNO CHE SEMBRA GIA’ REALTA’
Anche gli interni della Infiniti Q30 Concept sono ispirati al massimo della ricercatezza e del lusso, sia nelle finiture che nei materiali, ma le forme di plancia, portiere e comandi lascia intuire un processo di sviluppo e design giunto praticamente alla fase conclusiva. Si tratta semplicemente di apportare gli ultimi ritocchi per la produzione su larga scala nello stabilimento britannico di Sunderland. La doppia onda Infiniti della plancia è reinterpretata in maniera asimmetrica e si arricchisce di un contrasto cromatico bianco-nero riservato ai pellami e alle parti metalliche finemente lavorate. Sul retro dei sedili c’è addirittura la ceramica scolpita che ospita gli altoparlanti per ottimizzare la resa dell’impianto audio. Il resto dell’abitacolo è un tripudio di superfici lucide e opache che prefigurano un ambiente molto sofisticato per i futuri proprietari della Infiniti Q30.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Infiniti , auto giapponesi , francoforte , car design


Top