dalla Home

Interviste

pubblicato il 16 settembre 2013

Chevrolet e la tecnologia Apple che si relaziona con MyLink

Mary Chan ci spiega il lavoro fatto con Cupertino per far dialogare smartphone e auto

Chevrolet e la tecnologia Apple che si relaziona con MyLink
Galleria fotografica - Chevrolet al Salone di Francoforte 2013Galleria fotografica - Chevrolet al Salone di Francoforte 2013
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 1
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 2
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 3
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 4
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 5
  • Chevrolet al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 6

Smartphone, tablet e connessioni ultra-veloci stanno contagiando il nostro modo di vivere: e le auto come si relazionano con queste nuove tecnologie? Tra le case automobilistiche che maggiormente hanno evidenziato un interesse al connubio smarphone-auto vi è Chevrolet, che gia in occasione della prova della Trax, ci aveva mostrato le potenzialità di una integrazione tra auto e telefono. In occasione del Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013) abbiamo voluto approfondire l'argomento con Mary Chan, presidente del Global Connected Consumer unit di General Motors per quanto riguarda i sistemi di infotainment e connettività. Nessuno, meglio di lei, ci può illustrare i futuri sviluppi del sistema MyLink Chevrolet e ciò che ci dobbiamo aspettare dalle auto di domani.

OmniAuto.it: La prima domanda non può che essere sul nuovo iPhone 5S, in particolare sulla nuova applicazione iCar, dedicata espressamente all'integrazione con i sistemi operativi delle vetture? Apple afferma che nel 2014 questa applicazione sarà disponibile sulle prime auto: Chevrolet è fra queste?
Mary Chan: Ci stiamo lavorando. Abbiamo ricevuto le specifiche da Apple a giugno di quest'anno e stiamo integrando il nuovo dispositivo con la piattaforma MyLink. Come noi, anche il resto del Gruppo General Motors. Non possiamo però dare tempistiche precise circa il debutto sul mercato.

OmniAuto.it: Quanto conta la connettività, oggi, nel processo di acquisto di un'auto?
Mary Chan: La connettività è fondamentale. Oggi la maggior parte delle persone è in rete ininterrottamente e noi come Costruttori dobbiamo assicurare che ciò possa avvenire anche in auto, senza interruzioni. Il cliente deve poter portare la propria esperienza digitale nell'automobile, ma deve anche poter portare la propria “vita automobilistica” al di fuori dell'abitacolo, nel digitale.

OmniAuto.it: Come si realizza questa connessione costante?
Mary Chan: Trasformando la vettura in un hotspot: oggi tantissime persone dispongono di un tablet con la sola connessione wifi. Ciò significa che per poter navigare devono avere una rete a cui collearsi: noi dobbiamo fornire un hotspot ad alta velocità, perché non è pensabile che il cliente interrompa il proprio flusso di dat una volta salito a bordo.

OmniAuto.it: Quanto la rete può aiutare nella sicurezza attiva?
Mary Chan: Molto, per esempio nella comunicazione tra auto e auto, per comunicare eventuali problemi, incidenti sulla propria strada. Inoltre, già da tempo utilizziamo un sistema che chiama automaticamente soccorsi e forze dell'ordine in caso di collisione, riducendo siginificativamente i tempi di intervento e dunque la sicurezza. Questa piattaforma è gia disponibile, tra gli altri, in USA, Canada e Cina; in Europa verrà presto integrato. Ancora, la vettura potrà essere connessa con la rete di vendita e assistenza, per prenotare in automatico un tagliando quando il sistema di diagnosi rivela che ciò sia necessario.

OmniAuto.it: Che cosa potrà fare la differenza in futuro?
Mary Chan: La “in car experience”: un'integrazione sempre maggiore tra i propri smartphone e tablet con il sistema di infotainment della vettura, per fare in modo che quando si sale in macchina tutti i propri contenuti siano immediatamente disponibili, senza bisogno di fare operazioni ulteriori. Una connessione costante e automatica, immediata: un grande aiuto anche per la sicurezza.

Autore:

Tag: Interviste , auto americane , francoforte , interviste , iphone


Top