dalla Home

Interviste

pubblicato il 14 settembre 2013

Salone di Francoforte: Citroen Cactus Concept, voglia di stupire

Look originalissimo e soluzioni furbe. Ecco il nuovo modo di concepire l'auto secondo Citroën

Salone di Francoforte: Citroen Cactus Concept, voglia di stupire
Galleria fotografica - Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013Galleria fotografica - Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 1
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 2
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 3
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 4
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 5
  • Citroen Cactus concept al Salone di Francoforte 2013 - anteprima 6

Una delle case automobilistiche che rappresenta maggiormente il "made in Fance" nel mondo è senza dubbio Citroen, che in occasione del Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013) ha messo in mostra la concept Cactus, di cui vi abbiamo parlato in questo video. Quest'auto ha attirato l'attenzione del pubblico e dei media per la capacità di coniugare passato-presente-futuro in un solo modello, con forte richiamo alla gloriosa 2CV e uno sguardo al futuro mediante dotazioni tecnologiche innovative (prima gra tutte l'airbag posizionato parte alta dell'abitacolo). Per approfondire questo nuovo approccio abbiamo chiesto a Massimo Borio, direttore relazioni pubbliche e relazioni con i media di Citroën Italia, ci spiega come è stata concepita Cactus Concept, che a breve diventerà C4 Cactus e arriverà nelle vetrine dei concessionari. Non prima di aver fatto una panoramica sulla strategia del Marchio francese.

Omniauto.it: Come fa Citroën a far convivere sotto lo stesso tetto due linee di prodotto così differenti come DS e C?
Massimo Borio: E' abbastanza semplice in quanto fa parte del DNA della Marca: in passato c'erano la C6 e la Rosalie, c'erano la DS e la 2CV, quindi è sempre esistita questa divisione in due linee di prodotto, pensate per clienti differenti. La linea DS è per automobilisti più orientati verso il lifestyle, C è per un design di benessere, purezza delle linee.

Omniauto.it: Cactus come si inserisce nella linea C, quali i suoi punti di forza?
Massimo Borio: Cactus, oltre ad essere una vettura che andrà molto presto in produzione (la versione definitiva verrà lanciata a Ginevra, nel marzo del 2014) è anche un manifesto che indica dove andrà la linea C. Risponde a clienti che vogliono auto attraenti e moderne, ma essenziali, spaziose e funzionali. E ovviamente connesse, oltre che con qualche colpo di genio.

Omniauto.it: Per esempio?
Massimo Borio: L'airbag passeggero spostato nella parte alta dell'abitacolo libera un sacco di spazio davanti al passeggero, la tecnologia 100% touch semplifica l'uso della vettura e gli “air bump” sui paraurti assolvono una funzione estetica, ma sono anche preziosi alleati per ridurre i danni in fase di parcheggio.

Omniauto.it: Quali sono le rivali della futura C4 Cactus?
Massimo Borio: Fondamentalmente Nissan Juke, Renault Captur, Opel Mokka e Peugeot 2008.

Autore:

Tag: Interviste , Citroen , auto europee , francoforte


Top