dalla Home

Curiosità

pubblicato il 24 gennaio 2007

All'asta per 9 milioni di Euro l'Auto Union D voluta da Hitler

All'asta per 9 milioni di Euro l'Auto Union D voluta da Hitler
Galleria fotografica - Auto Union tipo DGalleria fotografica - Auto Union tipo D
  • Auto Union tipo D - anteprima 1
  • Auto Union tipo D - anteprima 2

Storia a quattro ruote? Arte in movimento? Soltanto alcuni dei numerosi appellativi con cui è possibile definire l'Auto Union tipo D, una vettura che durante il regime nazista divenne simbolo e rappresentante della supremazia tedesca nel mondo.

Questa straordinaria auto fu voluta dal Fuhrer in persona nel 1939 e, a quanto pare, ancora oggi continuerà a far parlare di se. Auto Union D sarà infatti venduta tra pochi giorni all'asta parigina di Christie's, per un valore di 6 milioni di sterline (quasi 9 milioni di euro), superando la Bugatti Royale del 1931 che fu venduta all'asta al Royal Albert Hall di Londra 20 anni fa.

Cifre astronomiche per un monumento dell'automobilismo di tutti i tempi che non ha eguali. Guidata anche da Tazio Nuvolari, con la quale vinse il Gp di Belgrado nel '39, l'Auto Union D in vendita sarà una dei due esemplari ritrovati in Russia da un celebre collezionista che li ha meticolosamente restaurati e riportati allo splendore di allora.

Oggi come nel 1939, il modello Union D impressiona. Disegnata da un ingegnere austriaco che ha bisogno di ben poche presentazioni, Ferdinand Porsche, Union D vinse molti gran premi dal 1934 in avanti. Inoltre, grazie ai 485 cv erogati dal motore 3 litri, queste vetture batterono record di velocità impensabili per l'epoca, come i 300 km/h nel 1934 e i 400 nel 1937.

Autore:

Tag: Curiosità , aste


Top