dalla Home

Live

pubblicato il 10 settembre 2013

Salone di Francoforte: la Range Rover Evoque viaggia in nona

Novità sotto pelle per la Land Rover più desiderata di tutti i tempi

Galleria fotografica - Range Rover Evoque MY13 al Salone di FrancoforteGalleria fotografica - Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 1
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 2
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 3
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 4
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 5
  • Range Rover Evoque MY13 al Salone di Francoforte	   - anteprima 6

Un cambio a nove marce e una nuova trazione integrale per consumare meno. Qui a Francorte Land Rover rinnova l'Evoque, ma solo sotto pelle. Fuori c'era ben poco da cambiare su un SUV che continua a bruciare ogni più rosea previsione di vendita in tutt'Europa. Io l'ho potuta provare in anteprima per una manciata di chilometri fuori salone. Troppo poco per apprezzare le differenze su strada, ma vi posso dire che il pedigree tecnico è molto interessante. Il cambio sviluppato dalla ZF, tanto per cominciare, sembra l'uovo di colombo per ridurre i consumi (mi dicono dell'11 per cento per la versione diesel) e accrescere il confort di marcia. Perché i primi 3 rapporti sono più corti per migliorare lo spunto, mentre la settimana, l'ottava e la nona, minimizzano il regime di rotazione del motore quando si viaggia in autostrada o comunque a velocità costante. Tutto è gestito dal l'elettronica che al bisogno è in grado di "saltare" una o più marce in scalata per non rinunciare a freno motore.

Nuova è anche la trazione integrale che vanta un avanzato sistema di ripartizione della coppia motrice: in condizioni normali l'Evoque viaggia con la sola trazione anteriore e tutti i collegamenti con l'assale posteriore sono virtualmente azzerati per ridurre gli attriti e quindi i consumi. La trazione è integrale solo in partenza (sotto i 25 km/h) per garantire una motricità ottimale e quando il cervellone elettronico rileva perdite di aderenza. In tal caso la coppia viene trasferita in appena 300 millisecondi sull'assale posteriore e viene ulteriormente regolata sulle singole ruote dall'Active Torque Biasing, dispositivo che simula elettronicamente l'intervento di un differenziale autobloccante lavorando sui freni. Il cambio a 9 marce sarà di serie su tutte le Evoque ordinate da questo mese mentre la nuova trazione integrale lo sarà sulle sole versione a benzina. Per i diesel, purtroppo, bisogna pagare un sovrapprezzo.

Scegli Versione

Autore: Alessandro Lago

Tag: Live , Land Rover , auto europee , francoforte


Top