dalla Home

Curiosità

pubblicato il 4 settembre 2013

Mazda Route3, viaggio nella "grigia" Bielorussia

Seconda tappa per mettere alla prova e sperimentare con mano le doti della nuova Mazda3

Galleria fotografica - Mazda Route3, il team italianoGalleria fotografica - Mazda Route3, il team italiano
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 1
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 2
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 3
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 4
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 5
  • Mazda Route3, il team italiano - anteprima 6

"La cosa migliore è vivere in Bielorussia e lavorare in Russia". Parola di una ragazza (russa) che lavora presso l'importatore di Mazda qui a Minsk. Io però ho qualche perplessità in merito a questa teoria. Sarà per la notte poco riposante trascorsa in un cupo albergo a 3 stelle, per la pioggia ininterrotta e per i volti apparentemente infelici della gente che ho incontrato, ma qui vedo tutto grigio. L'unica nota di colore di Minsk, metaforicamente parlando, la potete leggere in questo tweet...






Per il resto questa città è composta da tanti palazzi-casermoni, molti ancora in costruzione; avvicinandosi al centro ci sono dei nuovi edifici, spesso esagerati per imponenza, ma danno un tocco di modernità all'urbanistica. Poi è tutto straordinariamente ordinato, con tanto di prati curati all'inglese. Il che è già più scontato: stiamo parlando della capitale di una repubblica-dittatura di estrazione comunista...

Uscendo da Minsk abbiamo ripreso l'autostrada M1 - E30 e abbiamo fatto tappa al Castello di Mir, una della principali attrazioni culturali della Bielorussia, nel 2000 inserito dall'Unesco fra i /b>patrimoni dell'umanità. È molto bello da vedere anche se pesantemente ricostruito perché nella storia è stato travolto - come tutto il paese - sia da Napoleone che dai Nazisti. L'accoglienza della nostra comitiva a stata a dir poco calorosa con tanto di banda musicale, banchetto e simulazione di combattimenti in salsa medievale.





Gli altri 300 chilometri per raggiungere Brest non ci hanno riservato particolari sorprese se non un piccolo fuoriprogramma: usciti dalla solita autostrada decisi a fare strade paesaggisticamente meno noiose, ci siamo trovati nel fango di una strada di campagna lunga almeno 10 chilometri. Per la Mazda3 le condizioni di guida erano straordinarie, difficilmente giudicabili, ma vi posso dire che nessun equipaggio in carovana ha avuto problemi. Diciamo che abbiamo fatto lavorare più del dovuto sospensioni, pneumatici e sensori dell'ESP.

A proposito della Mazda3, oggi mi sono concentrato sul nuovo sistema di infotelematica: mi piace in termini di facilità di utilizzo e limita bene le distrazioni grazie al controller posto dietro alla leva del cambio. A livello di ergonomia gli ingegneri giapponesi si sono ispirati chiaramente ai migliori sistemi tedeschi di Audi, BMW e Mercedes (il design simil tablet del display da 7 pollici è identico a quello della Mercedes Classe A), ma copiare non è certo un peccato quando il risultato piace al cliente. Il software dell'impianto è abbastanza fluido e veloce a parte qualche incertezza nella configurazione del Bluetooth per lo streaming audio. Il navigatore invece non l'ho ancora provato perché non esiste la cartografia della Bielorussia: questo paese non è ancora mappato! (sempre per volere del Governo).
Un ultimo commento sulla strumentazione: la grafica è bella, ma non sono convinto della scelta di eliminare il contachilometri per dare massimo risalto al solo contagiri. L'indicazione digitale non è così evidente, anche se è replicata dall'head up display che è di serie. Forse è solo questione di abitudine e ho ancora 1.500 chilometri per farci l'occhio...

Galleria fotografica - Mazda Route3, da Minsk a BrestGalleria fotografica - Mazda Route3, da Minsk a Brest
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 1
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 2
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 3
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 4
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 5
  • Mazda Route3, Minsk - Brest - anteprima 6

Scheda Versione

Mazda Mazda3
Nome
Mazda3
Anno
2013
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Alessandro Lago

Tag: Curiosità , Mazda , auto giapponesi , viaggiare


Listino Mazda Mazda3

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.5L Skyactiv-G 6MT 100cv Essence anteriore benzina 100 1.5 5 € 17.800

LISTINO

1.5L 100cv Skyactiv-G Evolve anteriore benzina 100 1.5 5 € 21.200

LISTINO

1.5L 105cv Skyactiv-D Evolve anteriore diesel 105 1.5 5 € 23.600

LISTINO

2.0L 165cv Skyactiv-G Exceed anteriore benzina 165 2 5 € 24.050

LISTINO

1.5L 105cv Skyactiv-D Exceed anteriore diesel 105 1.5 5 € 24.850

LISTINO

2.2L Skyactiv-D 150cv Evolve anteriore diesel 150 2.2 5 € 25.400

LISTINO

2.2L 150cv Skyactiv-D Exceed anteriore diesel 150 2.2 5 € 26.650

LISTINO

 

Top