dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 30 agosto 2013

Toyota, nel 2015 la prima ibrida con celle a combustibile fuel cell

Le ibride del futuro non avranno un motore a benzina ed emetteranno solo acqua dallo scarico

Toyota, nel 2015 la prima ibrida con celle a combustibile fuel cell
Galleria fotografica - Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cellGalleria fotografica - Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 1
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 2
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 3
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 4
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 5
  • Toyota: nel 2015 la prima auto ibrida con celle a comustibile fuel cell - anteprima 6

“We will announce plans for a 2015 #Toyota fuel cell hybrid at the Frankfurt motor show”, scrive su Twitter la filiale britannica di Toyota, anticipando cioé l’arrivo di un veicolo ibrido con celle a combustibile fuel cell nel 2015, che producono elettricità senza processi di combustione, facendo reagire insieme idrogeno e ossigeno e producendo come gas di scarico solo acqua. Questa è la notizia più interessante di una nota diffusa dalla casa nipponica sugli sviluppi futuri delle ibride, assieme alle foto che vedete nella gallery. Ma non è tutto.

LA PRIMA A MIGLIORARE È LA PRIUS
Maggiori informazioni sui piani del costruttore giapponese - numero uno al mondo nella realizzazione di auto ibride come la Toyota Yaris, la Toyota Auris o la Toyota Prius - sono attese per il Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013), ma già si sa che la prossima generazione della Prius, il primo veicolo ibrido ad essere stato messo in vendita in Giappone nel 1997, avrà un packaging più compatto, leggero ed efficiente.

LE BATTERIE DEL FUTURO
In particolare, i progressi più significativi riguarderanno le batterie, il motore elettrico e il motore a benzina. La ricerca si è concentrata sia nel miglioramento della tecnonologia Ni-MH e Li-iOn degli accumulatori utilizzati sui modelli attualmente in vendita, sia sullo sviluppo di nuove batterie allo stato solido e litio-aria. E infine al superamento della tecnologia del litio, sperimentando il magnesio e altri elementi chimici a bassa valenza. La densità di potenza dei motori elettrici crescerà ancora e il rendimento termodinamico dei motori a benzina andrà oltre l’attuale 38,5% della Prius, superando il 40%. La nuova Toyota Prius Plug-in, d’altro canto, potrà contare sulla possibilità di ricaricare le batterie con sistemi wireless - induttivi, per i quali è prevista la sperimentazione in Giappone, USA ed Europa a partire dal 2014.

NEL 2015 L’IBRIDA AD IDROGENO
Secondo Toyota, l’auto ibrida con celle a combustibile (Fuel Cell Hybrid Vehicle - FCHV) è quanto di più vicino si possa pensare ad un veicolo a zero emissioni. A farla da padrone è l’idrogeno, concepito come un vettore energetico pulito: le fuel cell sostiturebbero così il motore a benzina del modulo ibrido, mentre delle bombole ad alta pressione prenderebbero il posto del serbatoio del carburante. Resterebbero invece i componenti elettrici ed elettronici di un veicolo full hybrid, con una batteria da 21 kW adibita allo stoccaggio dell’energia elettrica recuperata nelle fasi di frenata rigenerativa. Un assaggio di quello che verrà è stato dato dal prototipo Toyota FCV-R Concept visto al Salone di Tokyo nel 2011. Secondo le previsioni, nel 2015 debutterà il primo modello Toyota ibrido con celle a combustibile e nel 2020 il mercato sarà pronto per la diffusione di massa di questa tecnologia, con migliaia di veicoli venduti annualmente. A patto che la rete di distributori di idrogeno sulle strade tenga il passo… .

Autore:

Tag: Anticipazioni , Toyota , francoforte , auto ibride


Top