dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 29 agosto 2013

Volvo Concept Coupé

Addio ai vecchi pianali Ford e Mitsubishi, questo prototipo anticipa le linee del nuovo Suv XC-90 e monta un benzina ibrido da 400 CV

Volvo Concept Coupé
Galleria fotografica - Volvo Concept CoupGalleria fotografica - Volvo Concept Coup
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 1
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 2
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 3
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 4
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 5
  • Volvo Concept Coupé - anteprima 6

Se si considerano di buon auspicio i quasi 5 milioni di chilometri che è stato in grado di percorrere un esemplare della Volvo P1800, l’auto da cui prende ispirazione il prototipo Volvo Concept Coupé realizzato per il Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013), allora il nuovo pianale modulare SPA (Architettura di Prodotto Scalabile) può far ben sperare la casa svedese, visto che da questo autotelaio si basa la nuova generazione di modelli Volvo.

S’INTRAVEDE LA NUOVA VOLVO XC90
Si tratta di una piattaforma sviluppata internamente per Volvo Cars, che libera così designer ed ingegneri dei vincoli progettuali finora imposti dai legami passati dettati dalle joint venture industriali con Ford o Mitsubishi. La Volvo Concept Coupé è la prima di tre concept car che, oltre ad anticipare il linguaggio stilistico dei prodotti scandinavi del futuro, preparano il terreno al prossimo Suv di grandi dimensioni, atteso per il 2014: la nuova Volvo XC90. Per il nuovo Senior Vice President della divisione Design, Thomas Ingenlath: “la Concept Coupé di Volvo non è un futuristico esercizio di stile, ma è stata realizzata per dimostrare le innumerevoli opportunità offerte dalla nostra nuova architettura che si caratterizza per uno stile propositivo, grazie alle sue proporzioni ed ai principali tratti stilistici. Sebbene la nuova Volvo XC90 sia un tipo di automobile completamente diversa, il collegamento con il prototipo sarà individuabile all’istante quando questa verrà presentata il prossimo anno.

MONOLITICA E TECNOLOGICA
Solida, elegante e moderna la Volvo Concept Coupé è particolarmente caratterizzata nella vista laterale. Il cofano e il tetto ribassato fanno il paio con i cerchi in lega da 21 pollici a 5 razze e la linea di cintura si inarca rendendo massiccia la fiancata. D’altro canto, il frontale della Volvo Concept Coupé mette in mostra una calandra “fluttuante”, con ai lati luci diurne a Led sagomate a “T”. Caratteristici anche i fari posteriori a doppia “C” e la griglia definita “Iron Mark”, che si vedrà in veste definitiva con il lancio della nuova Volvo XC90.

INTERNI IN VETRO
Nell’abitacolo la Volvo Concept Coupé riprende la tinta grigio-blu della carrozzeria, con la plancia rivestita in pelle, inserti in legno invecchiato accostati ad elementi in metallo e cristallo lavorato a mano. Questo materiale riveste la leva del cambio. In mezzo alla console centrale c’è poi un grande schermo, che interagisce con il display digitale adattivo e con il display collocati nella strumentazione, davanti al guidatore. L’Architettura di Prodotto Scalabile (SPA) è pensata anche per la guida completamente autonoma, sviluppando per prime - per introdurle nel 2014 - le funzioni di controllo autonomo dello sterzo finalizzate ad evitare gli incidenti e a migliorare il comfort di guida. L’obiettivo dichiarato da Volvo è quello di mettere in circolazione automobili con tecnologia per una guida completamente autonoma prima del 2020.

400 CV: IBRIDO BENZINA CON TURBO E COMPRESSORE
Sotto il cofano della Volvo Concept Coupé c’è un propulsore ibrido plug-in alimentato a benzina, che sposa la filosofia costruttiva della nuova famiglia di motori a quattro cilindri Drive-E. Il motore è un 2.0 litri dotato di compressore volumetrico e turbo, che abbinato al motore elettrico dedicato alle ruote posteriori sviluppa una potenza totale di 400 CV e una coppia massima di oltre 600 Nm di coppia motrice.

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Volvo , auto europee , francoforte , auto ibride


Top