dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 agosto 2013

L'auto italiana senza pilota va negli Stati Uniti

Il progetto sperimentale dell'Università di Parma sarà presentato a Las Vegas il 3 settembre

Galleria fotografica - BRAiVE a Parma Galleria fotografica - BRAiVE a Parma
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 1
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 2
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 3
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 4
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 5
  • BRAiVE a Parma  - anteprima 6

Da Parma a Las Vegas. Il tre settembre il progetto italiano PROUD2013 sarà presentato alla IEEE Vehicular Technology Conference che farà incontrare negli Stati Uniti esperti provenienti da tutto il mondo che discuteranno idee e progetti legati alla mobilità del futuro. Per chi non lo ricordasse PROUD2013 è stato un evento molto originale che si è tenuto a luglio a Parma, quando per la prima volta sulle strade "vere" un'auto ha percorso un tragitto senza alcun pilota a manovrarla. La vettura si chiama BRAiVE ed è stata messa a punto da VisLab (Artificial Vision and Intelligent Systems Laboratory) dell'Università di Parma, Dipartimento di Ingegneria e Informazione, e dal DISS, il Centro Universitario di Ricerca Avanzata per la Sicurezza Stradale.

Questo non è l'unico veicolo intelligente disegnato e realizzato da VisLab e sempre più spesso i grandi costruttori (è di oggi l'annuncio di Nissan) studiano vetture in grado di raggiungere la meta senza automobilista ad impartire i comandi. Come si vede nel video infatti questo mezzo non è telecomandato, ma riconosce la strada grazie a dei sensori che rilevano l'ambiente circostante. I sistemi di bordo quindi sterzano, frenano e/o accelerano in modo autonomo. E VisLab sta già lavorando ad un'altra generazione di auto senza pilota ancora più avanzata.

Autore:

Tag: Curiosità , università , auto italiane , google , usa


Top