dalla Home

Curiosità

pubblicato il 26 agosto 2013

La tecnologia Mercedes che riconosce e uccide Adolf Hitler

E' un finto spot (di cattivo gusto) che sta facendo il giro della rete. Ovviamente Mercedes-Benz non c'entra nulla

Politicamente scorretto, di cattivo gusto, cruento, ma proprio per tutte queste ragioni, tremendamente virale. Il “non spot” della Mercedes che “riconosce” e investe un baby Adolf Hiltler sta facendo il giro del mondo registrando centinaia di migliaia di visualizzazioni. E’ stato ideato dagli studenti della Filmakademie nell’ambito di un concorso tedesco per giovani registi e ovviamente non è né collegato né autorizzato da Daimler AG che, anzi, risentita, ha diramato la questa dichiarazione ufficiale: “Non ci sembra giusto utilizzare in uno spot pubblicitario la morte di una persona, in particolare di un bambino, come pure contenuti relativi al nazismo”. Ma questo poco importa ai fini delle cosiddette views, ovvero le visualizzazioni del video che stanno crescendo a ritmi che gli spot pubblicitari - quelli ufficiali - si sognano.

Per la cronaca automobilistica che più ci compete, segnaliamo che questo cortometraggio fa una parodia macabra del Collision Prevention Assist, un dispositivo di serie sulle Mercedes più recenti che segnala al guidatore la presenza di ostacoli davanti l’auto predisponendo l’impianto frenante all’arresto di emergenza. Nel finto spot, il radar prima riconosce due bambine che giocano per strada e favorisce la frenata per evitare il loro investimento; poi riconosce un Adolf Hitler bambino e proprio per questo non fa nulla per evitare un fantasioso incidente in grado di cambiare il corso della storia. Quindi il claim: “Collision Prevention Assist: riconosce i pericoli prima che spuntino”.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Mercedes-Benz


Top