dalla Home

Tecnica

pubblicato il 20 agosto 2013

Volvo, i nuovi motori Drive-E

Debuttano su S60, V60 e XC60 i 4 cilindri a benzina e a gasolio di nuova generazione: compatti, economici e potenti

Volvo, i nuovi motori Drive-E
Galleria fotografica - Volvo, i nuovi motori Drive-EGalleria fotografica - Volvo, i nuovi motori Drive-E
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 1
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 2
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 3
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 4
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 5
  • Volvo, i nuovi motori Drive-E - anteprima 6

Secondo l'ottica del downsizing, anche Volvo propone i nuovi motori della famiglia Drive-E, che aumentano le prestazioni migliorando i consumi, con dimensioni compatte, 4 cilindri in linea e cilindrata di due litri, a benzina e a gasolio.

DUE LITRI, QUATTRO CILINDRI, SOVRALIMENTAZIONI
A partire dal prossimo autunno debutteranno i primi motori modulari Volvo Drive-E, a benzina e a gasolio. I nuovi motori hanno tutti 4 cilindri e cilindrate di 2 litri, e sono dotati di iniezione diretta di carburante e differenti modalità di sovralimentazione, per ottenere valori diversi di potenza, coppia e consumi. L'architettura modulare prevede la dimensione di 0,5 litri per unità di scoppio, e la particolare progettazione consente ingombri ridotti rispetto ai modelli attuali, e anche un minor peso: questo significa, ad esempio, che rimane più spazio per l'eventuale motore elettrico di un sistema ibrido, e una maggiore libertà nel definire lo stile della parte anteriore della vettura. Per le sue dimensioni, il motore termico potrebbe anche essere montato sull'asse posteriore, posizionando le batterie al centro dell'auto in caso di presenza del motore elettrico.

NUOVI D4, T5 E T6 AL DEBUTTO SU S60, V60, XC60 E ALTRI MODELLI
I primi modelli a montare i 2 litri Drive-E saranno le Volvo S60, V60 e XC60. In particolare, il nuovo T5 è accreditato di 245 CV grazie all'impiego di un turbocompressore, mentre il T6 ha 306 CV e prevede anche un compressore volumetrico; il D4 turbodiesel da 181 CV utilizza invece per la prima volta il nuovo impianto i-Art di alimentazione, in grado di gestire in modo selettivo, grazie a un computer montato su ogni iniettore, la portata di iniezione di combustibile per ciascun cilindro. A questi motori può essere accoppiato anche il nuovo cambio automatico Volvo a 8 marce, oltre ad un cambio meccanico a 6 marce rivisto per ottimizzare i consumi. Il T5 e il D4 saranno disponibili anche nelle Volvo V70, XC70 e S80.

POTENZE FINO A 306 CV, CONSUMI RIDOTTI FINO AL 30%
I motori Drive-E saranno poi declinati in altre versioni, con potenze che vanno da 120 a 230 CV per i diesel, anche con doppio turbocompressore, e da 140 a 306 CV per i benzina, con consumi inferiori rispetto dal 10 al 30% agli attuali motori più frazionati. Di fatto, con una sola cilindrata e una sola architettura di base, i nuovi Drive-E sostituiscono 8 architetture precedenti su tre piattaforme diverse, e i benzina più potenti in configurazione ibrida avranno le stesse prestazioni di un V8. I nuovi motori sono stati progettati interamente in Volvo, e vengono prodotti nella fabbrica svedese di Skovde.

Galleria fotografica - Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-DesignGalleria fotografica - Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 1
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 2
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 3
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 4
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 5
  • Volvo S60 R-Design, Volvo V60 R-Design, Volvo XC60 R-Design - anteprima 6

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tecnica , Volvo , nuovi motori


Top