dalla Home

Test

pubblicato il 3 agosto 2013

Citroen DS3 Cabrio, prova su strada del 1.6 turbo da 156 CV [VIDEO]

La piccola francese si dà alla guida “en plein air” con una capote panoramica, un motore grintoso e un assetto agile. E con MINI e 500 cabrio nel mirino

Galleria fotografica - Citroen DS3 Cabrio - TESTGalleria fotografica - Citroen DS3 Cabrio - TEST
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 1
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 2
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 3
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 4
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 5
  • Citroen DS3 Cabrio - TEST - anteprima 6

Si parla tanto di downsizing nel mondo dell’auto, riferendosi quasi in automatico alla riduzione delle cilindrate dei motori, per consumare ed inquinare meno. Oppure al ridimensionamento di peso ed ingombri, sempre per lo stesso motivo. Ma questa tendenza ha anche un altro risvolto: chi sceglie di comprare “piccolo” è abituato ad auto di categoria superiore e, quindi, si aspetta di trovare analoghi contenuti in termini di comfort, dotazioni e (soprattutto) immagine. Ecco come si spiega, in gran parte, il successo di modelli come la MINI e la Fiat 500, ed ecco perché la Citroen DS3 si è messa nella loro scia, proponendosi come alternativa non retro. Anche con la capote al posto del tetto: la Citroen DS3 Cabrio che ho provato vuole infatti dare del filo da torcere alle versioni convertibili della 500 e della MINI. Scoprite insieme a me come va la motorizzazione 1.6 turbo benzina da 156 CV.

FARI “DI PROFONDITÀ”
La DS3 Cabrio non è una decappottabile classica, nel senso che mantiene il montante B e C (ovvero centrale e posteriore) e questo ha permesso di far levitare il peso di soli 25 kg rispetto alla berlina. L’aspetto esterno in configurazione chiusa, così, non è cambiato e si caratterizza ancora per le “pinne di squalo” sulle fiancate e per la verniciatura bicolore della carrozzeria. Nuovi, invece, i fari posteriori 3D, che danno profondità alla luce grazie a 31 Led e ad una serie di specchi e vetri semiriflettenti.

IL CIELO IN UNA FISARMONICA
Nell’abitacolo è l’imperiale del tetto, ovviamente, a cambiare. La capote si aziona elettricamente con un tasto posto dietro lo specchietto retrovisore centrale, che va premuto una volta per far “accartocciare” la tela fino al lunotto. Ad una seconda pressione del pulsante si ribalta in avanti, per lasciare posto a una sorta di “fisarmonica”: a quel punto la visibilità posteriore non è delle migliori e infatti per guidare preferisco far tornare in posizione verticale tetto e lunotto.

TIRA IN BASSO, CURVA IN SOUPLESSE
Il 1.6 turbo da 156 CV della DS3 Cabrio, di base, è lo stesso motore del gruppo PSA che equipaggia proprio la rivale MINI. La sua risposta mi piace molto perché i 240 Nm di coppia massima sono disponibili già a 1.400 giri/min. Le riprese dunque sono il piatto forte di questa francesina, da guidare en plein air cambiando marcia presto e scivolando via veloci senza stress. La leva del 6 marce manuale mi convince per la corsa corta e mostra solo qualche indecisione nelle manovre più “ignoranti”. L’assetto poi, offre un bel compromesso tra tenuta di strada ed assorbimento e rende la guida agile pur senza disporre di uno sterzo particolarmente preciso e lineare, ma senz’altro pronto.

PREZZO, CONSUMI E RIVALI
In città, il rovescio della medaglia è il consumo, che si attesta intorno ai 10 km/l, mentre si riescono a fare medie anche di 15 km/l su strade scorrevoli fuori dai centri urbani. Attenzione anche al meccanismo di chiusura del bagagliaio, in cui il rischio è quello di pizzicarsi le dita. La capacità di carico di 245 litri, invece, non è male per una piccola cabrio, una volta superato l’ostacolo del vano di accesso, un po’ piccolo. Il prezzo dell’allestimento Sport Chic che ho provato parte da 24.500 euro, ma si sale già di 900 euro optando per i sedili in pelle bicolore che vedete nel video. Con un listino del genere si risparmiano quasi 5.000 euro rispetto ad una MINI Cooper S Cabrio da 184 CV, restando allineati più o meno a quanto serve per portarsi a casa una Abarth 595 C da 160 CV.

Scheda Versione

Citroen DS3 Cabrio
Nome
DS3 Cabrio
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
utilitarie
Carrozzeria
Cabriolet
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Citroen , auto europee


Top