dalla Home

Test

pubblicato il 30 luglio 2013

Mercedes A 45 AMG, prova su strada [VIDEO]

Motore 2.0 turbo, 360 CV, 4x4: con questa bomba, le sportive di una volta sono tornate

Galleria fotografica - Mercedes A 45 AMGGalleria fotografica - Mercedes A 45 AMG
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 1
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 2
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 3
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 4
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 5
  • Mercedes A 45 AMG - anteprima 6

Pensando alla Mercedes A 45 AMG che avrei guidato di lì a poco, cioè la candidata a diventare regina tra le hatchback sportive, non ho potuto fare a meno che pensare alla Lancia Delta Integrale. Per molti versi, la "super Classe A" la ricorda molto: motore 2.0 turbo, trazione integrale e carrozzeria a 5 porte che sprizza compattezza da ogni angolo. Ero curioso di capire se i tempi delle auto normali trasformate in “bombe” su quattro ruote erano finiti, un po’ come accaduto con l’estinzione dei dinosauri. Le premesse c’erano tutte, visti i 360 CV del propulsore quattro cilindri di serie più potente del mondo, e vista la strada dove ho messo alla prova il telaio della nuova piccola Stella “cattiva”. Vi racconto com'è andata.

NON MOSTRA CIÒ DI CUI È CAPACE
Il primo impatto con la A 45 AMG è di quelli che non ti aspetti. Me la immaginavo molto più incline a dichiarare tutte le potenzialità del suo motore e invece il suo look è piuttosto discreto. Fa molto understatement e tutto questo travestire il lupo da pecora, in realtà, mi piace molto. Proporzioni quadrate, pinze rosse dei freni e quattro terminali di scarico sono gli elementi distintivi che restano impressi, mentre il colore nero dell’esemplare che non aspetta altro che scatenarsi tra le curve è perfetto per mettere in risalto come fossero gemme i loghi AMG e TURBO rispettivamente sulla coda e sulla fiancata.

ROSSO, PER CORRERE
Pochi cambiamenti anche nell’abitacolo della A 45 AMG, visto che già la Mercedes Classe A, di suo, ha un’impostazione sportiveggiante. In più, qui, trovo che le cinture di sicurezza rosse esaltino ancor di più la presenza dei sedili a guscio, ma sono il volante - “giusto” nello spessore e nel diametro - e il selettore del cambio doppia-frizione a 7 marce - uguale a quello dalla SLS AMG - a distogliere l’attenzione e a farmi mettere in moto il motore da record di questa tedesca. Anche perché così sorvolo su aspetti come le dotazioni (di serie c’è il climatizzatore manuale) e le finiture (alcune plastiche sulla console centrale non sono all’altezza), che su un’auto di questo livello e prezzo potrebbero essere migliori.

SEMBRA UN GECO
Ma il mio obiettivo è il Passo della Futa, strada famosa per la Mille Miglia e, nel mentre, cerco di uscire dal traffico di Firenze. Non posso che apprezzare la versatilità della Mercedes A 45 AMG, dato che le sospensioni non soffrono troppo sulle buche e sui tombini e con il cambio in modalità Comfort l’erogazione e la rumorosità restano sotto i livelli di guardia. Il discorso cambia premendo un tasto sul tunnel e passando al programma Sport della trasmissione: le cambiate diventano fucilate, perché lo scarico “spara” mentre l’elettronica taglia l’alimentazione durante i passaggi marcia. Anche in M (Manual) il discorso non cambia, se non per il fatto che anche al limitatore il rapporto resta quello e il motore “mura” senza pietà. Ma il bello è cambiare marcia al massimo dei giri e lasciarsi di nuovo sprofondare nel sedile per la spinta. Lo 0-100 km/h finisce in un "Amen" (4,6 secondi) e la velocità accumulata sul dritto non ne vuole saperne di scendere in curva. Una volta che si è fatto pace con le scalate non sempre puntuali del dual clutch, per fiondarsi nei tornanti ci si attacca ai freni, che hanno un pedale dalla risposta granitica, s’inserisce il muso con uno sterzo lineare e preciso e via di nuovo giù con il gas. A quel punto il grip della trazione integrale confonde, perché la macchina è molto neutra, agilissima nel cambiare direzione e quasi priva di sottosterzo. Metterla di traverso di potenza sull’asciutto è fisicamente quasi impossibile, se non dopo aver sbilanciato l’assetto con dei trasferimenti di carico. Ma chi si emoziona andando forte trova nella A 45 AMG un’arma formidabile: su strade tortuose è davvero difficile tenere il suo passo.

44.000 EURO TONDI, VA GIÀ A RUBA
Più probabilmente la si incontrerà dal benzinaio, visto che alla fine del mio test, dove ho saggiato a fondo le possibilità dell'auto, il display faceva segnare medie di 19-20 l/100 km (siamo sui 5 km/l). Il tutto per un listino che parte da 44.000 euro, un prezzo non lontano da quello di una BMW M135i, per ora la rivale più simile alla A 45 AMG. In attesa che arrivi l’Audi RS3, anch’essa a trazione integrale. Nel frattempo, pare che gli uomini di Affalterbach abbiano già fatto centro: gli ordini per questa super Classe A sono circa 200, più o meno il doppio rispetto alle oltre 100 AMG che sono state vendute in totale in Italia nel 2012.

Scheda Versione

Mercedes-Benz A 45 AMG
Nome
A 45 AMG
Anno
2013 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Mercedes-Benz , auto europee


Listino Mercedes-Benz Classe A

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
A 45 AMG 4MATIC 4x4 benzina 360 2.0 5 € 44.840

LISTINO

 

Top