dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 luglio 2013

BMW i3, l’auto del futuro è fatta di "stranezze"

Uno sguardo alle soluzioni della nuova elettrica-ibrida tedesca, che si avvicinano a quello che vedremo un domani sulle auto

BMW i3, l’auto del futuro è fatta di "stranezze"
Galleria fotografica - BMW i3 Galleria fotografica - BMW i3
  • BMW i3  - anteprima 1
  • BMW i3  - anteprima 2
  • BMW i3  - anteprima 3
  • BMW i3  - anteprima 4
  • BMW i3  - anteprima 5
  • BMW i3  - anteprima 6

Come saranno le auto del futuro? Voleranno? Non inquineranno più? O forse saranno fatte di plastica e guideranno da sole? Non sappiamo se sono queste le domande che anche a voi ronzano per la testa quando una casa automobilistica presenta un’auto innovativa. Guardando le foto della versione di serie della BMW i3, l’elettrica range extended del marchio dell’Elica con 170 CV, un 2 cilindri a benzina di 650 cc e 300 km di autonomia, abbiamo provato ad individuare le soluzioni più innovative, al di là dei dati tecnici, che trovate in questo articolo.

CHIUSA DAVANTI, SOTTILE DIETRO
All’esterno gli elementi più avveniristici sono la calandra anteriore e i fari posteriori. Il doppio rene presente su tutte le BMW è infatti privo di griglia, perché il frontale è pressoché a tenuta stagna, visto che l’unica presa d’aria è messa sotto la targa. Prima o poi l’aerodinamica avrà la meglio sulla termodinamica e i veicoli di domani, forse, non presenteranno più ingressi per far raffreddare gli organi meccanici, rovinando l’efficienza energetica complessiva. Dietro, invece, le luci a Led annegate nel portellone sembrano avvicinarsi agli ingombri degli elementi che sono allo studio da anni nei reparti di ricerca e sviluppo dei costruttori. Stiamo parlando di luci sottili come fogli di carta e che si possono applicare alle superfici come fossero degli adesivi, spesso sfruttando le proprietà dei materiali organici per l’illuminamento.

MOQUETTE SU TUTTO
Ma è l’abitacolo ad averci dato i maggiori spunti, perché dalle foto si intuiscono materiali “diversi” dal solito. Non tanto per la fibra di carbonio che balza agli occhi aprendo le porte a libro e guardando in basso, verso i brancardi, ma per i rivestimenti interni. I pannelli porta e la plancia, ad esempio, sembrano ricoperti praticamente solo da moquette, mentre il tessuto dei sedili ha una trama che ricorda le fibre vegetali. Molto “spinta”, poi, è la curvatura del legno che si trova sulla plancia, quasi a voler incorniciare la sospensione dello schermo centrale, per finire con l’ingombrante ed inconsueta leva del selettore del cambio, a destra del volante.

RUOTE DA BICICLETTA
E infine, per la gioia dei gommisti, oltre che per la riduzione della resistenza all'avanzamento e delle emissioni, ci sono gli pneumatici, di dimensioni fuori del comune. Le coperture della BMW i3 misurano infatti 155/70 R19 o addirittura R20, proporzioni per ora non presenti sul mercato e quindi presumibilmente reperibili solo nelle concessionarie BMW. Almeno all'inizio, visto che proprio queste gomme "alte e strette" sembrano essere le protagoniste del futuro. Per ora le calzature della i3 sono Bridgestone Ecopia, che già equipaggiano - ma con misure più "normali" - molti modelli di vetture elettriche.

Scheda Versione

Bmw i3
Nome
i3
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
5 porte
Motore
elettrica
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Curiosità , Bmw , auto elettrica , auto ibride


Listino Bmw i3

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
AUTOMATIC posteriore elettrico 170 0 4 € 36.500

LISTINO

Automatic 60 Ah posteriore elettrico 170 0 4 € 36.500

LISTINO

Automatic 94 Ah posteriore elettrico 170 0 4 € 37.950

LISTINO

0.6 REX Automatic posteriore elettrico 170 0.6 4 € 42.350

LISTINO

 

Top