dalla Home

Attualità

pubblicato il 17 luglio 2013

Climatizzatori Mercedes: per l'Europa sono fuori norma

La Commissione europea conferma che Classe A, Classe B e CLA non sono immatricolabili per via del liquido refrigerante di vecchio tipo

Climatizzatori Mercedes: per l'Europa sono fuori norma
Galleria fotografica - Mercedes CLAGalleria fotografica - Mercedes CLA
  • Mercedes CLA - anteprima 1
  • Mercedes CLA - anteprima 2
  • Mercedes CLA - anteprima 3
  • Mercedes CLA - anteprima 4
  • Mercedes CLA - anteprima 5
  • Mercedes CLA - anteprima 6

Il caso delle Mercedes Classe A, Classe B e CLA non immatricolabili in Francia per via dei climatizzatori non a norma è arrivato in Europa e sembra per il momento dare ragione alle autorità d’oltralpe. In pratica la Commissione europea, per voce dello stesso vicepresidente Antonio Tajani, conferma che le vetture tedesche in oggetto “non rispettano gli obblighi della direttiva MAC e non essendo conformi alla normativa quadro 2007/46/EC sull’omologazione dei veicoli non possono essere vendute o immatricolate nell’Unione europea”. Il motivo del contendere fra Daimler e la Francia (e ora anche l’Ue) riguarda il liquido refrigerante del climatizzatore utilizzato sui tre modelli compatti della Stella, diverso dall’HFO-1234yf della DuPont scelto dall’insieme dell’industria automobilistica europea. Come ricorda lo stesso Tajani, però, la direttiva MAC del 2006 entrata in vigore il 1° gennaio 2013 dispone l'impiego di “refrigeranti con un potenziale limitato in termini di riscaldamento globale" (come l’HFO-1234yf - N.d.R.).

Il problema è che Mercedes non ritiene sicuro l’HFO-1234yf e continua ad utilizzare su Classe A, Classe B e CLA un vecchio tipo di liquido refrigerante che per la Ue “presenta un potenziale molto maggiore di inquinamento atmosferico”. Dal canto suo Mercedes resta ferma sulla posizione già espressa: per il Costruttore tedesco il refrigerante usato sulle tre vetture è approvato dall’ente di omologazione tedesco ed è al momento l’unico che non crei un rischio di incendio in caso di incidente. In pratica, sostiene Mercedes, l’alta infiammabilità dell’HFO-1234yf è un rischio che supera di gran lunga i suoi vantaggi ambientali. Per giungere ad una risoluzione del problema la Commissione europea ha chiesto alle autorità tedesche un chiarimento ed ha convocato per oggi, 17 luglio, una riunione dei 28 rappresentanti dei paesi Ue. Il vicepresidente Tajani ha detto: "Invito gli Stati membri ad assistere la Commissione nella ricerca di soluzioni concrete ed urgenti per ripristinare la conformità nel mercato interno, a vantaggio di tutti gli operatori economici". Allo stesso modo Mercedes si dice impegnata nella ricerca di soluzioni alternative.

Galleria fotografica - Nuova Mercedes Classe AGalleria fotografica - Nuova Mercedes Classe A
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 1
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 2
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 3
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 4
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 5
  • Nuova Mercedes Classe A - anteprima 6
Galleria fotografica - Nuova Mercedes Classe BGalleria fotografica - Nuova Mercedes Classe B
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 1
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 2
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 3
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 4
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 5
  • Nuova Mercedes Classe B - anteprima 6

Autore:

Tag: Attualità , Mercedes-Benz , auto europee , unione europea , inquinamento


Top