dalla Home

Mercato

pubblicato il 3 luglio 2013

Auto, l’usato cresce: nei primi 6 mesi +3% rispetto al 2012

Le immatricolazioni del nuovo calano, mentre l’usato frena registrando però una piccola crescita

Auto, l’usato cresce: nei primi 6 mesi +3% rispetto al 2012

Nel mese di giugno, c'è stata, secondo i dati dell'Osservatorio CarNext, una riduzione del volume delle permute nel mercato dell'usato del 3,31%, con 322.102 passaggi al posto dei precedenti 333.143. Il dato comprende anche le minivolture effettuate dai commercianti su auto che poi rivenderanno; considerando invece il mercato dell'usato netto, il calo risulta ancora più consistente, con 193.300 passaggi di proprietà, pari al 5% in meno rispetto a giugno 2012.

L'USATO FIAT SEMPRE AL VERTICE, IN CRESCITA LANCIA
Guardano ai dati dell'usato lordo per marca, le auto oggetto del maggior numero di permute sono Fiat, con 80.757 permute a giugno (-4,42%) e 538.698 nel primo semestre (-2,36%); i dati per la seconda classificata, Volkswagen, sono molto inferiori, con 20.694 (-6,51%) a giugno e 142.365 nei primi sei mesi, in crescita dell'1.80%. Seguono nella classifica Ford, Lancia, Opel, Renault, Mercedes e Audi. Da segnalare la crescita di usato Lancia sia a giugno (+1,03) che nel primo semestre (+7,59%) e anche di Citroen (+0,20% e +7,31%), mentre il peggior risultato di giugno è per l'usato marchiato BMW (-8,31%).

CRESCE IL MERCATO DELL'USATO NEL PRIMO SEMESTRE
Se invece vengono presi in considerazione i primi sei mesi dell'anno, e il confronto tra le vendite del nuovo e quelle dell'usato al netto delle minivolture, troviamo un aumento del 3%, con il 64% di auto usate contro il 36% di auto nuove (-10% rispetto al 2012), mentre lo scorso anno le percentuali erano rispettivamente del 61% e del 39%. Questi dati, insieme alla riduzione degli acquisti di auto nuove e usate, pari complessivamente al 2% in meno, mostra in generale l'effetto sul mercato automobilistico della crisi, ma rende difficile un'analisi per il futuro: l'andamento complessivo è ancora suscettibile di modifiche e variazioni, data l'instabilità della situazione economica.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Mercato , immatricolazioni , auto europee


Top