dalla Home

Novità

pubblicato il 3 luglio 2013

Opel Insignia Country Tourer

La station wagon tedesca si prepara ad affrontare le strade più difficili, con assetto rialzato, trazione integrale e finiture da SUV

Opel Insignia Country Tourer
Galleria fotografica - Opel Insignia Country TourerGalleria fotografica - Opel Insignia Country Tourer
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 1
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 2
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 3
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 4
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 5
  • Opel Insignia Country Tourer - anteprima 6

Assieme all’annunciato restyling il prossimo Salone di Francoforte (12-22 settembre 2013) terrà a battesimo anche l’inedita Opel Insignia Country Tourer, versione rialzata e a trazione integrale della familiare tedesca. Con un look a metà fra la station wagon, la SUV e la crossover l’Opel Insignia Country Tourer va così ad affiancarsi ad un nutrito gruppetto di medie “fuoristradate” che già conta al suo interno l’Audi A4 Allroad, la Peugeot 508 RXH, la Volkswagen Passat Alltrak e la Volvo XC70, antesignana del genere. Lo scopo è quello di offrire una vettura con assetto più alto adatta anche alle strade non asfaltate, con il plus della trazione integrale e due motori a gasolio che arrivano fino al BiTurbo CDTI 2.0 da 195 CV e 400 Nm. I prezzi e gli allestimenti della Opel Insignia Country Tourer saranno annunciati proprio a Francoforte.

PROTEZIONI E FINITURE DA FUORISTRADA
Il carattere “offroad” della Opel Insignia Country Tourer, che riprende la nuova mascherina anteriore presente sulla Insignia restyling, è sottolineato dal pannello protettivo sotto scocca di colore argento presente sia davanti che dietro e dai rivestimenti di colore antracite che ricopre i battitacco laterali, le parti inferiori di carrozzeria e i passaruota. I doppi scarichi cromati, i gruppi ottici in tinta carrozzeria e con luci a LED danno poi un ulteriore tocco “avventuroso” all’immagine della Opel Insignia Country Tourer. Specifico è anche il disegno dei grandi cerchi in lega che calzano pneumatici maggiorati.

TRAZIONE INTEGRALE SU ASSETTO RIALZATO
A chi vuole utilizzarla su strade sterrate o innevate la Opel Insignia Country Tourer offre due assi nella manica: un’altezza da terra maggiorata di 20 mm rispetto alla versione base e la trazione integrale a controllo elettronico con frizione Haldex e differenziale elettronico autobloccante. Il sistema 4x4 della Opel Insignia Country Tourer si adatta in tempo reale alle condizioni stradali prevalenti e varia la distribuzione della coppia da zero al 100% senza soluzione di continuità tra asse anteriore e posteriore e tra le due ruote posteriori. A questo si aggiunge il differenziale autobloccante posteriore a controllo elettronico (eLSD) che massimizza la stabilità trasferendo la coppia alla ruota posteriore che ha la maggiore aderenza.

DUE DIESEL PER L’ITALIA, CON 163 O 195 CV
In quanto a propulsori a benzina la Opel Insignia Country Tourer propone in alcuni paesi (ma non in Italia) il 2.0 SIDI Turbo da 250 CV e 400 Nm. Per il nostro paese è invece prevista solo un’offerta a gasolio che culmina con il motore turbodiesel più potente della gamma Insignia, ovvero il BiTurbo CDTI 2.0 da 195 CV e 400 Nm abbinato al cambio automatico 6 marce. L’altro motore diesel è il CDTI 2.0 da 163 CV e 350 Nm (380 Nm con overboost), che può essere accoppiato sia con la trasmissione manuale 6 marce che con l’automatico a 6 velocità.

Autore:

Tag: Novità , Opel , auto europee , francoforte


Top