dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 2 luglio 2013

Sicurezza dei bambini in auto, norme e dispositivi

Secondo il dipartimento di sanità pubblica della Usl di Bologna il 46,7% dei "piccoli" non viaggia in condizioni a regola di legge

Sicurezza dei bambini in auto, norme e dispositivi

I dati parlano chiaro: il valore percentuale di incidenti stradali in cui hanno perso la vita o sono rimasti feriti bambini fino a 9 anni nel 2011 non è altissimo in termini percentuali, il 2,2% sul totale degli incidenti gravi. Tuttavia, il numero di bambini coinvolti fa riflettere: 6.456, un numero comunque troppo alto. Il dato proviene dal Centro Studi Continental, ed è anche supportato da una ricerca del dipartimento di sanità pubblica della Usl di Bologna, secondo la quale il 46,7% dei bambini non siede in auto nelle corrette condizioni di sicurezza.

LE NORMATIVE CORRENTI PER IL TRASPORTO DEI BAMBINI IN AUTO
Un breve ripasso della normativa corrente. E' obbligatorio il seggiolino fino al raggiungimento del metro e mezzo di altezza, con dispositivi di ritenuta da adottare fino al raggiungimento dei 36 kg di peso: fino ai 18 kg vanno impiegati i seggiolini completi, poi, gli adattatori che permettono di sollevare il bimbo quanto basta per poter utilizzare le normali cinture, da far passare sotto le alette ai lati, in senso longitudinale al torace. Fino ai 9 kg di peso il seggiolino va disposto nel senso contrario di marcia, e non sul sedile anteriore se l'airbag passeggero non è disinseribile. Conviene comunque l'utilizzo di un seggiolino per neonati fino all'età di un anno e mezzo, o meglio fino a quando la testa non abbia superato l'altezza del seggiolino stesso. Ovviamente, occorre controllare sempre che le cinture siano allacciate correttamente, anche per brevi tragitti.

UN DISPOSITIVO OBBLIGATORIO PER SEGNALARE LA PRESENZA DEI BAMBINI A BORDO?
Oltre ai normali controlli sull'efficienza dell'auto, a cominciare dall'usura e la pressione delle gomme, qualcosa in più si può fare in modo specifico per la sicurezza dei bambini. Una richiesta, promossa da più parti, e a cui si associa anche il Centro Studi Continental, riguarda ad esempio l’obbligatorietà di un segnalatore della presenza di bambini in auto. I modelli di ultima generazione sono in grado di segnalare la presenza di un passeggero, con spie e suoni che indicano la cintura non allacciata; tuttavia, la richiesta riguarda soprattutto i recenti episodi di bambini dimenticati nelle vetture dai genitori, con conseguenze tragiche. Potrebbe essere un modo per tutelare sempre di più la vita e la salute dei bambini, soprattutto i più piccoli.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top