dalla Home

Mercato

pubblicato il 28 giugno 2013

PSA Peugeot-Citroen in vendita a General Motors?

La famiglia Peugeot sarebbe pronta a cedere a GM il controllo del gruppo, fondendo il marchio Opel con Peugeot e Citroen

PSA Peugeot-Citroen in vendita a General Motors?

La storia industriale della famiglia Peugeot inizia nel lontano 1810, con la prima riconversione dei mulini della zona rurale attorno a Sochaux, in Alsazia, alla produzione tessile e di quell’acciaio che in seguito servirà a realizzare le automobili con il marchio del Leone. L’indiscrezione che gli eredi che ora controllano il gruppo PSA Peugeot-Citroen possano aver deciso di cedere il controllo societario alla General Motors, pertanto, segnerebbe un punto di rottura di uno dei più longevi costruttori di auto del mondo. Secondo l’agenzia Reuters la famiglia Peugeot starebbe pensando di vendere il pacchetto di maggioranza alla General Motors, entrata in società con PSA Peugeot-Citroen nel 2012 con il 7% delle azioni. Con questa operazione, la famiglia Peugeot deterrebbe così meno del 33% delle azioni di PSA Peugeot-Citroen, rinunciando all’attuale 25,44% delle azioni della holding e al 38,07% dei diritti di voto con cui i Peugeot controllano di fatto la società.

Secondo le fonti della Reuters la famiglia francese avrebbe chiesto a General Motors di annettere il marchio Opel in PSA, facendo nascere un nuovo gruppo controllato da GM. A costringere gli attuali proprietari a vendere un pezzo di storia industriale francese, profondamente legato al territorio e al tipico spirito patriottico transalpino, sarebbe una mancanza di liquidità che è andata peggiorando con l’avanzare della crisi e che potrebbe toccare il fondo alla fine del 2013 dopo aver consumato 3 miliardi di euro lo scorso anno (segnato dalla vendita del quartier generale di Parigi, dal licenziamento di migliaia di lavoratori e dall'alleanza con Toyota nel settore dei veicoli commerciali). Nei piani del gruppo sarebbe già stata deliberata la produzione di nuovi modelli Peugeot, Citroen, Opel e Vauxhall con motori e piattaforme condivise, a partire dalle nuove Opel Zafira, Peugeot 3008 e Citroen C3 Picasso. Così facendo, inoltre, verrebbero eliminati i costi dovuti all’eccesso di capacità produttiva degli stabilimenti PSA e GM.

Autore:

Tag: Mercato , Peugeot , auto europee


Top