dalla Home

Test

pubblicato il 26 giugno 2013

Audi A3 Sedan, la A3 si è fatta crescere la coda

La prima volta della compatta di Ingolstadt con carrozzeria a tre volumi: la sfida alla Mercedes CLA è lanciata...

Audi A3 Sedan, la A3 si è fatta crescere la coda
Galleria fotografica - Audi A3 SedanGalleria fotografica - Audi A3 Sedan
  • Audi A3 Sedan - anteprima 1
  • Audi A3 Sedan - anteprima 2
  • Audi A3 Sedan - anteprima 3
  • Audi A3 Sedan - anteprima 4
  • Audi A3 Sedan - anteprima 5
  • Audi A3 Sedan - anteprima 6

2013, il ritorno delle tre volumi: dopo la Mercedes CLA, ecco l'Audi A3 Sedan, sua diretta concorrente. Ok, forse è presto per parlare di vera e propria rinascita delle berline, dato che si tratta solo di due modelli, peraltro di Marchi premium, il cui successo commerciale è ancora tutto da verificare. Fatto sta che a Ingolstadt hanno ripetuto l'operazione già effettuata a Stoccarda con la Classe A: aggiungere la coda alla compatta di Casa. Lunga 4,46 metri, larga 1,80 e larga 1,42, la A3 Sedan è per ora disponibile con i motori 1.4 TFSI da 140 CV, 1.8 TFSI da 180 e 2.0 TDI da 150. La prevendita è già cominciata, mentre le prime consegne sono attese per settembre. I prezzi vanno dai 29.700 euro della 1.4 TFSI con cambio automatico a doppia frizione S tronic ai 31.200 della 1.8 TFSI. La 2.0 TDI è venduta invece a 29.400 euro.

OPERAZIONE RIUSCITA
Partire da una tipologia di carrozzeria e trasformarla in qualcos'altro non è mai un'operazione banale come potrebbe sembrare. A maggior ragione se la base è una due volumi e l'intenzione è quella di innestarne un terzo. Alterare le proporzioni è un attimo, il rischio Frankenstein è dietro l'angolo: la coda, infatti, rischia di risultare come un elemento posticcio messo lì da qualcuno per fare un dispetto al designer dell'auto. Pericolo scongiurato: sulla A3 Sedan, la coda è un tutt'uno con il resto della carrozzeria. Non solo. L'accusa di disegnare le proprie auto con lo "stampino", che spesso viene mossa all'Audi, in questo caso non sta in piedi. Il lato B è alto e sodo come quello di nessun altro modello in gamma (e agli antipodi rispetto a quello della Mercedes CLA, discendente come quello della sorella più grande CLS), al punto che la A3 Sedan potrebbe quasi essere definita una due volumi e mezzo: il terzo volume c'è e si vede, ma è molto rastremato, per un innegabile effetto "berlina-coupé". Per il resto, i fari posteriori sottili e a sviluppo orizzontale "schiacciano" la vettura verso il basso insieme all'allargamento di 1 cm dei passaruota, mentre la fiancata è vivacizzata dal terzo finestrino posteriore e dai pannelli porta scolpiti dalla cosiddetta Tornado Line.

NUOVI PUNTI DI VISTA
La linea del tetto che sfuma verso il posteriore non può che togliere qualcosa sopra la testa dei passeggeri, oltre a renderne un minimo più difficile la salita a bordo. In realtà, l'altezza della vettura cala di soli 9 millimetri rispetto a quella della Sportback e, di fatto, percepire una riduzione dei cm disponibili è praticamente impossibile. Risultato: lo spazio per gambe, piedi e spalle è identico a quello della Sportback (dunque adatto a quattro adulti più un bambino), come del resto era immaginabile, dato che il passo è rimasto invariato a 2,64 metri. A cambiare in maniera sensibile - in peggio - è la visibilità: è lo scotto da pagare al terzo volume di carrozzeria, che non solo rende più difficile percepire l'ingombro posteriore, ma comporta anche un peggioramento della "luce" verso il tre quarti posteriore, avvertibile soprattutto in retromarcia e in uscita dai parcheggi, situazione in cui eventuali paletti, pedoni o ciclisti rischiano di rimanere nascosti. Per quello che riguarda i sedili anteriori, non ci sono differenze con le altre A3: volante e sedile si plasmano su qualsiasi corporatura, mentre tutti i comandi sono posizionati dove ci si aspetta di trovarli.

OLTRE LO SPAZIO C'E' DI PIU'
Ergonomia e abitabilità non bastano ai clienti dei Quattro Anelli, che vogliono ritrovare la consueta cura per la qualità e per il dettaglio. Beh, le plastiche che coprono la plancia sono piacevoli al tatto non solo nelle aree più esposte, ma anche in quelle basse, anche se, nella zona ginocchia, anche in Audi hanno ceduto alla tentazione di risparmiare qualcosa. Nulla che non rispetti gli standard di Ingolstadt, ma pur sempre un "cedimento"; perdonabile grazie alle bocchette disegnate in stile aeronautico, ma soprattutto regolabili in modo che l'aria esca con un flusso direzionale oppure a ventaglio. Al centro della plancia, infine, spicca lo schermo piatto tipo iPad mini, di serie su Ambition e Ambiente insieme al sistema MMI.

DINAMICA, NON SPORTIVA. E SEMPRE PREVEDIBILE
Come detto in precedenza, il passo della Sedan è il medesimo della Sportback. Inevitabile, dunque, che la dinamica di guida sia praticamente identica, nonostante l'allungamento della carrozzeria e il diverso bilanciamento dei pesi. La A3 ha sospensioni rigide il giusto e uno sterzo abbastanza rapido, anche se un po' troppo servoassistito e dunque meno comunicativo di quanto si vorrebbe, persino selezionando la modalità Dynamic dell'Audi Drive Select (di serie), ovvero il dispositivo che permette di modificare il setup dell'acceleratore, la servoassistenza dello sterzo e, se presenti, il setup degli ammortizzatori regolabili Audi Magnetic Ride e del cambio automatico S tronic. I motori? L'1.8 TFSI da 180 CV - a cui una curiosa previsione del marketing di Audi Italia attribuisce l'80% delle preferenze - è un quattro cilindri turbo dall'erogazione quasi elettrica nel range compreso fra 1.500 e 6.800 giri. I diesel 1.6 TDI (in arrivo in un secondo momento) e 2.0 TDI confermano i punti di forza e di debolezza già noti. Il primo, silenzioso e fluido, è anche parco nei consumi: in un percorso suddiviso tra città ed extraurbano il trip computer indicava un ottimo 4,5 l/100 km. Peccato solo che sia un po' a corto di fiato fino a 1.700 giri, complici anche i rapporti molto lunghi del cambio, e che a 3.500 abbia già esaurito le proprie risorse. Difficile trovare un punto debole, invece, al 2.0: quasi cattivo da 1.500 a 3.500 giri, allunga con decisione fino a 4.200 nella totale assenza di vibrazioni e con una rumorosità contenuta.

RILASSANTE QUASI COME UN'A4
Il comportamento della A3 Sedan rispecchia quello delle versioni 3 porte e Sportback anche in tema di comfort. Molle e ammortizzatori non sono cedevoli, ma isolano a dovere dalle asperità e, solo se si opta per i cerchi di maggiori dimensioni (sono disponibili fino a 19"), le sconnessioni più secche restituiscono qualche scossone agli occupanti; resta in ogni caso indiscutibile la sensazione di solidità e di precisione dell'assemblaggio, così come l'isolamento dai fruscii aerodinamici e dal rotolamento dei pneumatici. Massimo comfort è garantito inoltre dal cruise control adattivo, disponibile a 655 euro.

1.300 EURO IN PIU' DI UNA A3 SPORTBACK
Ex clienti della A4 in cerca di qualcosa di meno impegnativo, giovani che trovano il look della A3 a due volumi (Sportback o 3 porte che sia) un po' troppo ingessato: il target della A3 Sedan è ampio, ma soprattutto disposto a spendere. Il terzo volume costa infatti 1.300 euro, che si vanno ad aggiungere a un prezzo - quello della Sportback - che già non è dei più contenuti. Come sempre in casa Audi, la gamma prevede alla base la Attraction: tra le principali - e poche, a dir la verità -voci di serie ci sono i cerchi in lega da 17", il volante in pelle e il sistema di informazioni per il conducente. La sportiva Ambition aggiunge assetto più rigido e ribassato di 1,5 cm, cerchi in lega da 18", sedili anteriori contenitivi, terminali di scarico cromati, radio MMI e sistema di informazioni con display a colori. E' invece orientata al comfort la versione Ambiente: ecco dunque il park control posteriore, il cruise control e il pacchetto luce. L'offerta motori si amplierà tra qualche mese con la sportiva S3 quattro da 300 CV e, più avanti, con la 1.6 TDI da 105 CV.

Scheda Versione

Audi A3 Sedan
Nome
A3 Sedan
Anno
2013 - F.C.
Tipo
Premium
Segmento
compatte
Carrozzeria
3 volumi
Porte
4 porte
Motore
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Adriano Tosi

Tag: Test , Audi , auto europee


Listino Audi A3

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.4 TFSI Attraction anteriore benzina 125 1.4 5 € 27.700

LISTINO

1.6 TDI clean diesel Attraction anteriore diesel 110 1.6 5 € 28.100

LISTINO

1.6 TDI 110cv ultra Attraction anteriore diesel 110 1.6 5 € 28.100

LISTINO

1.4 TFSI COD ultra Attraction anteriore benzina 150 1.4 5 € 28.700

LISTINO

1.4 TFSI Ambiente anteriore benzina 125 1.4 5 € 29.300

LISTINO

1.4 TFSI Ambition anteriore benzina 125 1.4 5 € 29.300

LISTINO

1.6 TDI 110cv clean diesel Ambition anteriore diesel 110 1.6 5 € 29.700

LISTINO

1.6 TDI 110cv clean diesel Ambiente anteriore diesel 110 1.6 5 € 29.700

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top