dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 24 giugno 2013

Proroga multe Equitalia-Comuni: ora c’è il decreto

Ecco la norma che salva le amministrazioni locali per la quarta volta consecutiva

Proroga multe Equitalia-Comuni: ora c’è il decreto

La telenovela “multe” è finita: vincono ancora i Comuni. Infatti, un decreto del governo Letta stabilisce che, sino a fine 2013, Equitalia sarà ancora attiva nella riscossione locale delle multe stradali. Una manna dal cielo per 6.000 i Comuni che si appoggiano all’ente per la riscossione dei tributi locali e delle multe. Una vera e propria salvezza per gli Enti locali, i quali - evidenziando una profonda inefficienza - già sapevano dal giugno 2011 dell’’addio di Equitalia alla riscossione locale entro il 31 dicembre dello stesso anno. Eppure, tutti i Governi che si sono succeduti hanno sempre lanciato una ciambella di salvataggio ai Comuni: siamo addirittura alla quarta proroga, che alza l’asticella al 31 dicembre 2013.

COME SE LO SAPESSERO
Ma perché i Comuni non si organizzano diversamente? Perché la burocrazia non si attiva? Sembra quasi (ma così non è, ovviamemente) che sappiano già come andrà a finire: un salvataggio in extremis dell’Esecutivo, di qualsiasi colore sia. Proprio allo stesso modo andò a finire con gli autovelox: ricordate la famosa Legge 120/2010 che riformava il Codice della Strada per migliorare la sicurezza stradale e impedire che i proventi finissero tutti sempre e comunque ai Comuni? Da luglio 2010, manca il decreto attuativo del Governo delle norme sui controlli della velocità. Così, da tre anni, la regola che prevede la devoluzione di metà dei proventi delle multe per eccesso di velocità agli Enti proprietari delle strade vale zero.

QUANTI SOLDI BALLANO
Per quanto riguarda le multe stradali salvate dal Governo Letta a favore dei Comuni siamo attorno a 1,4 miliardi di euro l’anno, soldi che andrebbero investiti in asfalto e strade, ma questa è un’altra questione, ancora più delicata. Equitalia mette una pressione fortissima sui debitori, sui morosi, attraverso la cartella esattoriale o la minacccia delle ganasce fiscali. Un bell’aiuto ai Comuni che , come evidenziato, continuano a far poco per organizzarsi.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , multe


Top