dalla Home

Motorsport

pubblicato il 21 giugno 2013

Nissan ZEOD RC, l’elettrica da 300 km/h per Le Mans 2014

E’ stretta parente della DeltaWing e può funzionare a scelta con motore elettrico o motore a benzina

Nissan ZEOD RC, l’elettrica da 300 km/h per Le Mans 2014
Galleria fotografica - Nissan ZEOD RCGalleria fotografica - Nissan ZEOD RC
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 1
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 2
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 3
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 4
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 5
  • Nissan ZEOD RC - anteprima 6

La Nissan ZEOD RC viene annunciata dalla Casa giapponese come l’auto elettrica da corsa più veloce del mondo e per dimostrare la veridicità di questo primato parteciperà alla 24 Ore di Le Mans 2014 che si svolgerà fra un anno esatto. Il prototipo da competizione che mostra una chiara parentela con la Nissan DeltaWing dello scorso anno progettata dallo stesso Ben Bowlby, sarà presente nel “Garage 56” della famosa gara di durata francese, quello riservato ai modelli sperimentali. Lo scopo principale della Nissan ZEOD RC è quello di provare in gara i sistemi di propulsione elettrica che saranno applicati in futuro quando Nissan rientrerà nella categoria LM-P1 della più impegnativa 24 Ore al mondo.

ELETTRICA O A BENZINA, A SCELTA DEL PILOTA
Per certi versi la Nissan ZEOD RC rappresenta la naturale evoluzione in chiave agonostica della Nissan Leaf e della Leaf RC, capace di utilizzare (unica fre le auto da corsa) le batterie elettriche e un sistema di propulsione ibrida denominata “Zero Emission On Demand” (ZEOD). In pratica il pilota della Nissan ZEOD RC può decidere di passare dall’alimentazione elettrica a quella a benzina e viceversa, opzione che potrebbe in futuro essere utilizzata anche sui modelli stradali. Lo stesso Bowlby ammette che l’attuale tecnologia delle batterie non permette di correre un’intera gara di Le Mans, ma sottolinea come la ZEOD RC sia “un importante passo avanti verso la completa elettrificazione delle auto da corsa del futuro”.

UN FUTURO ELETTRICO PER LA 24 ORE
Il team che ha progettato la Nissan ZEOD RC si è concentrato in particolare sulla “compattezza e l’efficienza aerodinamica per ottimizzare le performance e ottenere un’elevata efficienza energetica”, collaborando con il reparto sportivo Nismo e appoggiandosi al “gommista” Michelin che vanta 15 vittorie consecutive a Le Mans. Ben Bowlby ha poi detto: “Gran parte del lavoro che faremo nei prossimi mesi sarà discutere con l’ACO delle future opportunità di integrare le propulsioni elettriche nel regolamento di Le Mans. In parallelo dovremo mettere a punto delle tecnologie adeguate. Il ‘56° posto’ è una brillante intuizione dell’ACO che ha voluto dare spazio all’innovazione, permettendo ai costruttori di testare componenti e sistemi su un tracciato sportivo. Per questi motivi sono i promotori più lungimiranti dell’automobilismo sportivo.”

Autore:

Tag: Motorsport , Nissan , auto giapponesi , auto elettrica , le mans


Top