dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 9 gennaio 2007

Mazda Ryuga

Mazda Ryuga
Galleria fotografica - Mazda RyugaGalleria fotografica - Mazda Ryuga
  • Mazda Ryuga - anteprima 1
  • Mazda Ryuga - anteprima 2
  • Mazda Ryuga - anteprima 3
  • Mazda Ryuga - anteprima 4
  • Mazda Ryuga - anteprima 5
  • Mazda Ryuga - anteprima 6

A poco meno di un mese dall'anticipazione dello schizzo grafico, il concept Ryuga fa la sua apparizione "in carne e ossa" al NAIAS di Detroit. Questa nuova concept car sviluppata dalla Casa di Hiroshima secondo Laurens van den Acker, Direttore Generale del design di Mazda, è "il passo successivo nell'evoluzione di Nagare. Si tratta di uno studio esplorativo del design, più realistico di Nagare e pertanto più utile nel suscitare reazioni in coloro che la osservano. Per definirla con termini di moda, se Nagare è haute couture (un abito disegnato e adattato al cliente), Ryuga è prêt-a-porter (pronto da indossare, non più uno di un tipo)".

Questo esercizio stilistico di coupé sportiva dalle forme estremamente fluide, che dal frontale si estendono al posteriore verticale, colpisce per la soluzione della portiera unica ad ala di gabbiano che una volta aperta scopre i sedili anteriori e posteriori.
Un passo relativamente lungo - 2 metri e 80 - fornisce spazio abbondante agli occupanti e insieme caratterizza il design di Ryuga, di cui saltano all'occhio gli sbalzi ridottissimi e le ruote di misura 245/35R-21 posizionate alle estremità del corpo vettura.

Gli interni tipicamente "jap" abbondano di superfici sinuose in alluminio lucidato ed è stato utilizzato uno sterzo con la parte superiore aperta che comanda le ruote elettronicamente. Ad ogni estremità si trovano delle telecamere che trasmettono le immagini posteriori ad un schermo di visualizzazione posizionato al centro della cabina di guida.

Ryuga è stata concepita con un motore di tipo FlexiFuel. Si tratta di 2.5 litri i, che funziona con combustibile biocompatibile E85, una scelta obbligata per un'idea di concept che nelle parole di van den Acker "era cominciata con le superfici ispirate dalla natura"...

Autore:

Tag: Prototipi e Concept , Mazda


Top