dalla Home

Test

pubblicato il 19 giugno 2013

Kia pro_cee'd GT: Gran Turismo fra ragione ed emozione

Creata per gli automobilisti europei, la 3 porte da 204 CV dimostra ottime doti stradali e di ripresa, senza essere una sportiva estrema

 Kia pro_cee'd GT: Gran Turismo fra ragione ed emozione
Galleria fotografica - Kia pro_cee'd GTGalleria fotografica - Kia pro_cee'd GT
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 1
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 2
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 3
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 4
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 5
  • Kia pro_cee\'d GT - anteprima 6

Kia pro_cee'd GT: solo qualche anno fa sarebbe stato difficile immaginare dalla Casa sudcoreana il lancio di una sportiva compatta da 204 CV in puro stile tedesco, rivale della mitica Golf GTI. Oggi però il marchio di Seoul si è evoluto a tal punto a livello estetico e tecnico che una "piccolabomba" come la Kia pro_cee'd GTsembra la giusta e naturale evoluzione sportiva per la rinnovata gamma di vetture compatte.Per provare in anteprima la Kia pro_cee'd GT e la forza del suo 1.6 GDI Turbo da 204 CV ci siamo spinti fin sulle autostrade tedesche, terreno d'elezione per la più sportiva delle Kia. Prima di invitarvi a leggere le nostre prime impressioni di guida della nuova "3 porte piccante" coreana vi possiamo anticipare che la sostanza c'è, eccome, e che gli appassionati del genere potranno apprezzarne la polivalenza di utilizzo. L'unica GT disponibile in Italia a partire dal prossimo mese di luglio è la "first edition", speciale versione di lancio europea che da noi avrà un prezzo "inferiore ai 30.000euro".

HA GRINTA DA VENDERE
La Kia pro_cee'd GT è molto europea, quasi tedesca, almeno sul fronte del design sviluppato da Peter Schreyer (ex Audi) nel centro stile di Russelsheim. Il lavoro di caratterizzazione sportiva operato dal designer tedesco è partito da una buona base, quella della versione a tre porte pro_cee'd che ha già in sé le doti della coupé; portellone spiovente, linea di cintura alta e inclinata, piccolo finestrino posteriore e fiancata scolpita sono elementi dinamici che si sposano alla perfezione con le grandi griglie a nido d'ape anteriori, con le quadruple luci diurne a LED (molto scenografiche) e con i bei cerchi in lega da 18" bicolore che celano pinze freno rosse. Le scritte GT completano l'intrigante pacchetto esterno della Kia pro_cee'd GT, che riserva belle sorprese anche dentro.

CI SONO ANCHE I RECARO
Ottima è la qualità dei sedili sportivi Recaro che contengono perfettamente senza stancare, piacevole lo stile della strumentazione "racing" con schermo TFT configurabile in due schermate analogico/digitale e la pedaliera in alluminio. Anche lo svantaggio delle lunghe portiere che di solito rende difficile raggiungere le cinture anteriori è stato risolto con un braccetto porgi cintura. Entrare ed uscire dai sedili posteriori non è facilissimo, ma una volta preso posto lo spazio per testa e gambe non manca. Tutto sulla Kia pro_cee'd GT è orientato al massimo controllo da parte del guidatore, dote che troveremo molto utile nel corso del test di oltre 300 km sulle autostrade tedesche e sulle panoramiche strade austriache che portano da Monaco di Baviera a Kitzbuhel.

VIAGGIARE ALLA GRANDE
Una delle doti più evidenti e godibili della Kia pro_cee'd GT è proprio il suo essere una Gran Turismo (GT appunto) coi fiocchi, veloce e rilassante nei lunghi trasferimenti come in città o nelle tortuose strade montane. Per quanto grintosa e sfacciatamente sportiva nell'aspetto la Kia pro_cee'd GT si dimostra su strada una viaggiatrice nata, agile e sicura ma senza gli eccessi di alcune concorrenti. Non che vada piano, tutt'altro: la Kia pro_cee'd GT esprime la sua forza in modo molto filtrato e graduale, senza mostrare troppo quei muscoli che alcuni appassionati pretendono. Questo significa anche che non ci sono le controindicazioni delle sportive più estreme; niente rumore assordante dagli scarichi, sostituito da una tonalità appena più cupa quando si sale di giri, niente assetto marmoreo, ma un più rilassante settaggio che coniuga in maniera esemplare dinamica e comfort di viaggio. Lo sterzo ha un unico livello di servo assistenza; ben tarato e preciso e anche il cambio manuale a 6 marce sfrutta una leva corta con rapporti ben spaziati e veloci. Il pilota ha tutto a portata di mano, inclusi i tanti comandi al volante per radio, telefono, cruise control e computer di bordo; una nota in tema sarebbe stata la corona appiattita, qui sostituita dalla scritta GT ricamata sul rivestimento in pelle.

FACILE E SICURA, CON UNA BELLA RIPRESA
Il comportamento stradale della Kia pro_cee'd GT è quasi ineccepibile, stabile e sicuro sia in Autobahn a 230 km/h che nel misto veloce delle valli alpine, sempre prevedibile e gratificante. La silenziosità di marcia è ai massimi livelli, simili a quella del riferimento di mercato Golf GTI, appena disturbata ad alta velocità dal rotolamento dei pneumatici e da pochi fruscii aerodinamici. Il motore con tecnologia twin scroll è facile da gestire e progressivo negli allunghi, carattere che risulta molto utile in fase di sorpasso e ripresa; questa in particolare è ancora più gratificante della pura accelerazione 0-100 km/h (7,7 secondi) e permette di godere a pieno la vivacità di marcia della Kia pro_cee'd GT. A rendere ancora più piacevoli i viaggi ci pensano poi il buon impianto di climatizzazione automatica e bizona, il sistema di infotainment con navigatore e touch screen e un bagagliaio che va da 380 a 1.318 litri, utile per tutta la famiglia. Per conoscere prezzi e dotazioni italiane della Kia pro_cee'd GT first edition occorrerà attendere fino alla fine del prossimo luglio, mentre le prime consegne sono previste per settembre 2013.

Scheda Versione

Kia pro_cee\'d GT
Nome
pro_cee'd GT
Anno
2013 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Test , Kia , auto coreane


Top