dalla Home

Novità

pubblicato il 15 giugno 2013

BMW Serie 4 Coupé

Cambia il numero, ma non l'essenza della BMW coupé per antonomasia

BMW Serie 4 Coupé
Galleria fotografica - BMW Serie 4 CoupGalleria fotografica - BMW Serie 4 Coup
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 1
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 2
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 3
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 4
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 5
  • BMW Serie 4 Coupe - anteprima 6

BMW toglie i veli alla Serie 4, ovvero all’erede della Serie 3 Coupé. Così cambia il nome di un classico del marchio bavarese, ma non l’essenza di questa coupé derivata sempre dalla Serie 3, ora di ultima generazione, e che può contare su un’impostazione progettuale ancora più sportiva, sia dal punto di vista tecnico che da quello stilistico.

QUESTIONE DI BARICENTRO
Le dimensioni sono cresciute in tutte le direzioni tranne che in altezza con una linea del tetto che tocca gli 1,36 metri (-1,6 cm rispetto alla 3 Coupé). Ma il dato più significativo che avvantaggia in concreto il comportamento stradale è che la Serie 4 Coupé vanta il baricentro più basso dell’attuale produzione BMW (50 cm). Il design dal canto suo, si conferma una “normale” evoluzione in chiave sportiva dell’ultima Serie 3, resa più muscolosa in questa configurazione a 3 porte grazie alla carreggiate allargate, agli sbalzi corti e al cofano motore allungato. Non mancano alcune specifiche stilistiche come gli Air Breather, le prese d’aria ricavate dietro i passaruota anteriori che migliorano l’efficienza aerodinamica o i fari full led disponibili come optional in alternativa alle “solite” lampade allo xenon.

AVVOLGENTE
L’abitacolo si presenta con la tradizionale impostazione 2+2 resa più sportiva dal disegno sagomato dei sedili sia davanti che sul divanetto posteriore. Lo schienale di quest’ultimo a richiesta può essere anche ribaltabile nel rapporto 40:20:20 per limitare le rinunce in termini di praticità di carico del vano bagagli che comunque cresce a 445 litri di capacità dichiarata sulla scheda tecnica. L’impostazione della plancia riprende invece quella della Serie 3 e l’ambiente può essere personalizzato in chiave più o meno sportiva in base all’allestimento (Sport Line, Luxury Line e Modern) e attingendo alla lunga lista di optional. Non manca, naturalmente, il pacchetto M Sport.

TUTTA L’ASSISTENZA ALLA GUIDA POSSIBILE
Dalla Serie 3 la nuova BMW Serie 4 eredita anche il pacchetto dei più moderni dispositivi di assistenza alla guida. A cominciare dal sistema di navigazione Professional che si distingue per essere più potente, offrire una grafica ancora più brillante e una rappresentazione cartografica completa con elementi in 3D. Oppure il BMW Head-Up Display con spettro cromatico completo, il Driving Assistant Plus che avverte in caso di pericolo di collisione con un pedone, un High Beam Assistant non abbagliante a unità LED e controllo intelligente, Active Protection con Assistente di attenzione ed Active Cruise Control perfezionato con funzione di Stop&Go. Peccato che sia tutto un optional a pagamento.

3 MOTORI ANCHE XDRIVE
L’impostazione tecnica squisitamente BMW che assicura tra le altre cose la perfetta ripartizioni dei pesi fra gli assi (50:50), asseconderà su strada le caratteristiche di tre motorizzazioni disponibili al lancio. La Serie 4 è disponibile nelle versioni benzina 435i Coupé con motore 6 cilindri da 306 CV o 428i Coupé con motore 4 cilindri da 245 CV. C’è anche un diesel 4 cilindri per la 420d da 184 CV. Tutti i motori sono abbinati ad un cambio manuale a sei rapporti, ma può essere richiesto un automatico a otto rapporti con gli ormai immancabili paddle al volante. Le due versioni a benzina sono inoltre disponibili con la trazione integrale BMW xDrive. Sulla carta tutte le motorizzazioni promettono un buon livello di efficienza grazie ai numerosi dispositivi che ottimizzano la guida (dallo start-stop al sistema di recupero di energia in frenata passando per la funzione di “veleggio” del cambio automatico): per la top di gamma 435i BMW dichiara 7,3 litri ogni 100 chilometri (7,8 con cambio automatico) e 169 g/km di emissioni di CO2. La 428i scende a 6,6 litri per 156 g/km mentre si accontenta di 4,7 litri di gasolio per 124 g/km di CO2 la 420d. Quest’ultima non sarà certo la versione più amata dai puristi, ma sicuramente la più interessante per il nostro mercato visti i tempi di crisi. E vi diciamo allora che le prestazioni dichiarate non sono male: 7,5 secondi per accelerare da 0 a 100 km/h e 240 km/h di velocità massima.

DOPO L'ESTATE
In Italia la BMW Serie 4 arriverà il prossimo settembre. Solo più avanti, dunque, saranno resi noti i prezzi di listino nonché le versioni che completeranno la gamma nel corso del 2014: la 420i e le diesel più potenti 430d e 435d. E poi, ovviamente, si parlerà di M4...

Scheda Versione

Bmw Serie 4 Coupé
Nome
Serie 4 Coupé
Anno
2013
Tipo
Premium
Segmento
medie
Carrozzeria
coupé
Porte
2 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Redazione

Tag: Novità , Bmw


Listino Bmw Serie 4

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
420i posteriore benzina 184 2.0 4 € 41.270

LISTINO

420i Sport posteriore benzina 184 2.0 4 € 41.270

LISTINO

420i Modern posteriore benzina 184 2.0 4 € 41.270

LISTINO

418d posteriore diesel 150 2 4 € 41.800

LISTINO

420i MSport posteriore benzina 184 2.0 4 € 42.470

LISTINO

420d posteriore diesel 190 2 4 € 42.850

LISTINO

420i xDrive 4x4 benzina 184 2.0 4 € 43.620

LISTINO

420i Luxury posteriore benzina 184 2.0 4 € 43.670

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top