dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 11 giugno 2013

Psicofarmaci e guida: è allarme rosso

Federfarma Veneto rilancia il tema del pericolo incidente per chi guida e prende psicofarmaci, ansiolitici, sonniferi

Psicofarmaci e guida: è allarme rosso

Lei è una signora distinta, guida un SUV, ma investe e uccide una ragazza nel Padovano. E’ successo qualche giorno fa: com’è stato possibile? Risposta: colpa degli psicofarmaci che la signora assumeva. Così, Federfarma Veneto lancia l’allarme: pericolo incidente per chi guida e prende ansiolitici, sonniferi: “Bisogna spiegare bene ai pazienti che questi farmaci inducono sonnolenza, alle volte disorientamento, e che non devono essere assolutamente assunti mettendosi poi alla guida di qualsiasi mezzo. Questo per i farmacisti è una consuetudine”.

COME UNA SBRONZA
Un aspetto molto importante riguarda l’uso della ricetta che in questo caso viene definita speciale. Si tratta infatti di farmaci appartenenti a una categoria particolare, quella di stupefacenti e sostanze psicotrope: agiscono sulla psiche dell’individuo, modificandone l’umore, lo stato d’animo. Un po’ come prendere una sbronza. E’ che se lo fai prima di metterti al volante, sono guai. E quelle medicine hanno pure un’elevata capacità di indurre dipendenza: serve la ricetta medica e, soprattutto, la massima prudenza.

RISCHIO “ZOMBIE” AL VOLANTE
Tra i farmaci più a rischio le benzodiazepine, abitualmente utilizzate per il trattamento dell'ansia e dell'insonnia: occhio perché, con la vita sempre più stressante e logorante, il rischio è di assumere troppi di questi farmaci, diventarne dipendenti, e guidare come zombie. Un pericolo mortale per gli altri e per se stessi. Federfarma raccomanda ulteriore attenzione all’atto della dispensazione in farmacia di psicofarmaci ricordando che il pericolo aumenta non solo in associazione all’alcol, ma anche nei lunghi viaggi durante le ore notturne.

IN CITTA’ E’ ANCHE PEGGIO
Senza sottovalutare mai i piccoli spostamenti quotidiani: anche il traffico, lo smog, il caos delle metropoli, col rumore dei veicoli, lo sferragliare dei tram e il “fumo” di certi vecchi mezzi di trasporto, unito agli psicofarmaci, sono una miscela esplosiva: mai abbassare la guardia. E, in caso di stanchezza, meglio astenersi dal guidare.

Autore: Redazione

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale , salute


Top