dalla Home

Test

pubblicato il 8 giugno 2013

Kia cee'd Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool, prova su strada

La familiare coreana con il cambio doppia-frizione non affatica nei lunghi viaggi, senza mai esagerare con lo sport

Kia cee'd Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool, prova su strada
Galleria fotografica - Kia cee'd Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su stradaGalleria fotografica - Kia cee'd Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 1
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 2
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 3
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 4
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 5
  • Kia cee\'d Sportswagon 1.6 GDI DCT Cool - Prova su strada - anteprima 6

Per fare una prova di un’auto che esca fuori dagli schemi non bisogna necessariamente rivolgersi alle supercar. E nemmeno scorrere il listino alla ricerca di quelle tipologie di vetture che richiedano dei sacrifici in cambio dell’esclusività. Già, perché per non avere concorrenti “per strada” può bastare anche una station wagon della categoria delle compatte, come la Kia cee’d Sportswagon che abbiamo guidato. L’importante è scegliere la nostra motorizzazione 1.6 a iniezione diretta di benzina GDI da 135 CV, abbinata al cambio automatico a doppia-frizione. Un connubio che non trova praticamente alternative sul mercato, visto che ad offrire station wagon paragonabili con questo tipo di trasmissione c’è solo Renault con la Megane SporTour, Ford con la Focus Wagon e il Gruppo Volkswagen con la Golf Variant (a listino c’è ancora la sesta serie) e la Skoda Octavia. Ma solo la Kia cee’d della nostra prova abbina il cambio dual clutch ad un motore a benzina - le concorrenti citate sono tutte turbodiesel, in attesa della commercializzazione della nuova Golf Variant - rendendo di fatto unica questa compatta coreana, che per un prezzo di partenza di 22.500 euro offre tanto comfort di viaggio e un’apprezzabile cura realizzativa.

TUTTA CURVE FUORI, PIATTA DENTRO
Nella livrea nera del nostro esemplare la cee’d Sportswagon esalta il linguaggio stilistico scelto dal designer Peter Schreyer (di cui potete leggere la nostra intervista). La grande “bocca” che realizza la calandra fa il paio con le luci diurne a Led dei grandi fari anteriori, ben innestati nelle nervature del cofano motore che con la sua svasatura centrale dà grande slancio alla vettura. Più convenzionale il taglio delle luci posteriori, mentre la silhouette laterale dissimula bene la presenza della coda di questa station wagon, interpretando in maniera valida lo stesso concetto di compact wagon a cui fanno riferimento sia la cugina di casa Hyundai, la i30 Wagon, sia l’Audi A3 Sportback. All’interno dell’abitacolo l’allestimento top di gamma Cool accoglie gli occupanti con i sedili in pelle bicolore, che assieme al tetto panoramico in vetro (optional a 1.000 euro) dà parecchia visibilità all’ambiente. Ad elevare il tono contribuiscono poi i rivestimenti in nero laccato su volante, selettore del cambio e plancia, che presenta un interessante movimento nelle forme, con una strumentazione classica nella grafica e ben leggibile e lo schermo del sistema di infotainment (con navigatore e telecamera posteriore a richiesta, per 1.500 euro). Niente male neppure il bagagliaio, che offre una capacità di 528/1.642 litri, una forma ben sfruttabile e un kit per separare e organizzare al meglio gli oggetti. E sul fronte dell’abitabilità, infine, si apprezza il pavimento piatto nella zona posteriore del tunnel centrale, dove chi siede al centro non trova difficoltà nel sistemare i piedi.

I VIAGGI SCORRONO SENZA ACCORGERSENE
Per quanto riguarda le considerazioni legate alla guida della Kia cee’d Sportswagon, si nota fin dai primi chilometri una posizione di guida sempre un po’ troppo alta, con il sedile che ha una seduta corta ma comunque offre le regolazioni elettriche. Regolabile è anche il volante, ma oltre che in altezza e profondità come ci si aspetta, anche nella taratura della risposta di sterzo. Come sulla Hyundai i30, si può scegliere quale carico di sterzo deve avere la servoassistenza, che si appesantisce ad ogni pressione del tasto passando su Comfort, Normal e Sport. Alla fine si finisce per viaggiare in Sport solo in autostrada, dove il volante più “duro” torna utile nei curvoni affrontati con il cruise control inchiodato sui 130 km/h, velocità a cui si percorre davvero tanta strada senza fatica. Le sospensioni, infatti, offrono un buon sostegno senza essere rigide e l’insonorizzazione meccanica e aerodinamica isola bene l’abitacolo dall’esterno. Nei percorsi più guidati, invece, si capisce subito che non si hanno benefici a forzare il ritmo. Meglio lasciar scorrere l’auto nelle curve e apprezzare le cambiate fluide e puntuali del doppia-frizione coreano, ottimo per ridurre lo stress alla guida in città e nei lunghi viaggi, dove si apprezza anche il navigatore, intuitivo nell’utilizzo. E, sul fronte dei consumi, abbiamo registrato una media di 7,0 l/100 km (14,3 km/l), che sale a 9,7 l/100 km (10,3 km/l) in città.

LA COREANA PIU' CONVINCENTE
Nel 2012 meno di un terzo degli italiani (circa il 29%) ha comprato una station wagon. Un calo che comunque non impedisce alla categoria di raggiungere il traguardo delle 100.000 immatricolazioni all’anno, il che giustifica i tentativi da parte delle case costruttrici di offrire nuovi modelli nella fascia baricentrica del mercato, quella alla quale appartiene appunto la Kia cee’d Sportswagon. Una macchina con un buon rapporto prezzo/equipaggiamenti e il surplus, nella versione doppia-frizione che abbiamo guidato, di una meccanica “esclusiva” per la categoria. Tra tutte le coreane che abbiamo provato finora, la cee’d è probabilmente la migliore proposta che il colosso coreano ha messo in campo per battere le europee in termini di qualità costruttiva e di doti dinamiche. Con un corollario tipico del marchio Kia: la garanzia di 7 anni o 150.000 km.

Scheda Versione

Kia cee\'d Sportswagon
Nome
cee'd Sportswagon
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
Wagon
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Test , Kia , auto coreane


Listino Kia cee'd

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.4 CVVT ACTIVE SW anteriore benzina 100 1.4 5 € 17.800

LISTINO

1.4 CVVT COOL SW anteriore benzina 100 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 CRDI ACTIVE SW anteriore diesel 90 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 ECO GPL ACTIVE anteriore benzina 98 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.4 ECO GPL COOL SW ACTIVE anteriore GPL 98 1.4 5 € 19.800

LISTINO

1.6 CRDI 110cv ACTIVE SW anteriore diesel 110 1.6 5 € 20.800

LISTINO

1.4 CRDI COOL SW anteriore diesel 90 1.4 5 € 21.800

LISTINO

1.4 ECO GPL COOL SW anteriore GPL 98 1.4 5 € 21.800

LISTINO

Tutti gli allestimenti »

 

Top