dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 3 giugno 2013

Sciopero trasporti: Il lunedì nero di Roma

L’agitazione di 24 ore blocca la Metro A nella Capitale e alcune corse di bus, tram e treni. Fascia di garanzia fra le 17 e le 20

Sciopero trasporti: Il lunedì nero di Roma

Lo sciopero nazionale di 24 ore indetto per oggi dal sindacato Fast-Confsal sta già facendo sentire i suoi effetti sul trasporto pubblico, soprattutto a Roma. L’agitazione, attiva dalle 8,30 di oggi fino alle 17 e poi dalle 20 fino a fine corse, sta infatti colpendo le reti Atac, Roma Tpl e Cotral, che nella Capitale gestiscono il i servizi di trasporto pubblico per bus, filobus, tram, metropolitane, ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Le linee 077, 218, 702, 720, 721, 764, 767 e 768, gestite dalla Trotta Bus, sono poi interessate da un secondo sciopero di 24 ore negli stessi orari del 3 giugno, indetto dai sindacati Confederali Filt-Cigl, Fit-Cisl e UilTrasporti. Il primo risultato della protesta a Roma è la chiusura della Metro A, che riaprirà al servizio regolare durante la fascia di garanzia che va dalle 17 alle 20.

Tram e bus hanno subito alcune cancellazioni delle corse sull’intera rete, mentre le linee ferroviare Roma-Lido e Termini-Giardinetti sono attive con riduzione delle corse. Regolare è invece la Metro B, sempre di Roma. Lo sciopero coinvolge anche Agenzia per la mobilità di Roma, con la chiusura dello sportello permessi di piazzale degli Archivi (Eur) e il funzionamento con organico ridotto del contact center 0657003. Nella notte fra il 3 e il 4 giugno 2013 il servizio dei bus notturni sarà invece regolare. Nelle altre città italiane l’agitazione sembra non aver causato grossi problemi al trasporto pubblico: servizi regolari a Milano sia per mezzi di superficie che Metro, così come a Torino dove ha aderito allo sciopero il 23% del personale e a Napoli, dove l’adesione si è fermata sotto il 10%.

Autore:

Tag: Attualità , trasporto pubblico , roma , scioperi


Top