dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 maggio 2013

Angela Merkel crede ancora nell'auto elettrica

Il governo tedesco stima un milione di auto elettriche in Germania nel 2020, ma non tutti sono d'accordo

Angela Merkel crede ancora nell'auto elettrica

C'è ancora voglia di auto elettrica in Europa? Secondo il Cancelliere tedesco Angela Merkel pare di sì: il suo governo per non essere scoraggiato dal basso quantitativo di veicoli elettrici finora venduto, e considera ancora immutato l'obiettivo ambizioso di poter vedere un milione di auto e veicoli commerciali leggeri sulle strade della Germania entro il 2020.

SOLO 3000 ELETTRICI IN GERMANIA NEL 2012
Se fino a un paio di anni fa i veicoli elettrici sembravano destinati a un immediato successo, gli acquirenti, complice anche la crisi economica, sono stati scoraggiati da alcuni fattori, come costi di acquisto elevati, alti tempi di ricarica e autonomia limitata. Questo vale anche per la Germania, dove lo scorso anno sono stati venduti complessivamente solo 3.000 veicoli elettrici: ben lontani dal valore di un milione di unità.

PER LA MERKEL LA CRESCITA A PARTIRE DAL 2015
Nonostante questo, il governo Merkel, a cominciare dal ministro dei trasporti Peter Ramsauer, è convinto in una più rapida crescita di popolarità delle elettriche entro la seconda metà del decennio, come è stato ribadito pubblicamente in una recente conferenza sulla mobilità elettrica. Il governo tedesco ha quindi allo studio soluzioni per abbassare il costo dei materiali di base per la realizzazione delle batterie, e intende creare nuove stazioni di ricarica e soluzioni per sostenere e diffondere ulteriormente la mobilità elettrica.

NON TUTTI SONO D'ACCORDO
L'ottimismo di Angela Merkel non sembra però condiviso da tutti in Germania: ad esempio, uno studio del Center for Automotive Research (CAR) presso l'Università di Duisburg-Essen ha rilevato che le auto elettriche sono poco più che una nicchia nel contesto generale del mercato tedesco, dove una Ferrari 458 Italia è più venduta di molti modelli elettrici nati per fare "numeri. Questo corrisponde allo 0,12% del mercato nel 2012, con aspettative nel 2013 di una crescita solo al 0,13%, a causa dei motivi sopra citati, e anche con una scarsa presenza di strutture di ricarica nella maggior parte delle città tedesche. Vedremo però nei prossimi anni se l'intervento sistematico del governo sarà in grado di modificare l'attuale situazione di stallo.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Attualità , auto elettrica


Top