dalla Home

Attualità

pubblicato il 7 giugno 2013

Comunali Roma: il futuro della mobilità si decide al ballottaggio

Il 9-10 giugno si torna alle urne per scegliere tra Ignazio Marino e Gianni Alemanno, anche in base alle promesse su auto, traffico e mezzi pubblici

Comunali Roma: il futuro della mobilità si decide al ballottaggio

Un'altro weekend di elezioni nella capitale. Domenica 9 e lunedì 10 giugno gli elettori sono di nuovo chiamati alle urne per decidere chi sarà il prossimo sindaco di Roma. Al primo turno solo un romano su due (circa il 52% degli aventi diritto) è andato a votare, dando il 42,6% delle preferenze al candidato PD del centrosinistra Ignazio Marino e il 30,27% al sindaco uscente Gianni Alemanno, esponente PDL del centrodestra. Questa volta saranno loro due soli - il candidato del Movimento 5 Stelle Marcello De Vito si è fermato al 12,4%, l'imprenditore Alfio Marchini al 9,35% - di fronte ai cittadini e ai problemi della Città Eterna, che riguardano anche i trasporti e la mobilità. Ecco le promesse che i due candidati hanno fatto in campagna elettorale per migliorare la qualità della vita delle persone negli spostamenti urbani.

IGNAZIO MARINO: VIA L'AUTO PRIVATA
Al centro del programma sulla mobilità di Ignazio Marino c'è l'uso dell'auto privata, che vuole essere scoraggiato a favore dell'uso dei mezzi pubblici. Il candidato del centrosinistra promette di realizzare dei parcheggi di scambio che servano ai cittadini per lasciare le quattro ruote e salire su autobus, tram o biciclette. Al vaglio c'è anche l'idea di un ticket da pagare per entrare con l'auto nel centro città, come già accade a Londra o a Milano. Anche Ignazio Marino, come Alemanno, ha poi dichiarato guerra ai tassisti abusivi, mentre propone di ripianificare la distribuzione delle auto blu.

GIANNI ALEMANNO: DOPO LA METRO, IL TRAM
Il candidato di centrodestra Gianni Alemanno vuole ridurre il traffico cittadino creando più piste ciclabili, sviluppando il car sharing nella Capitale e quindi aumentando il numero dei parcheggi di scambio. Inoltre, "date le caratteristiche del sottosuolo romano - come dice Gianni Alemanno -, è necessario, dopo aver completato le tratte della metropolitana i cui lavori sono in corso, tornare a puntare sui trasporti di superficie sostenibili, più leggeri e che comportano opere più rapide e meno onerose per la loro realizzazione". Un'altra promessa del candidato del Pdl è la promozione dell'uso dei motoveicoli, specie nel centro storico, per il quale ha intenzione di proseguire il piano di pedonalizzazione.

[Foto Alemanno: repubblica.it]

Autore:

Tag: Attualità , elezioni 2013


Elezioni 2013
Comunali Roma 2013: le promesse dei candidati sindaco per la mobilità dei romani
Comunali Roma 2013: le promesse dei candidati sindaco per la mobilità dei romani
La corsa per il Campidoglio è quasi finita. L'auto privata ed il trasporto pubblico sono tra i temi più caldi della battaglia elettorale
Comunali Roma 2013: cosa propone Alfio Marchini per la mobilità
Comunali Roma 2013: cosa propone Alfio Marchini per la mobilità
Il candidato sindaco indipendente vuole fluidificare il traffico, aumentare l’uso dei tram e dotare le periferie di minibus elettrici
Comunali Roma 2013: cosa propone Marcello De Vito per la mobilità
Comunali Roma 2013: cosa propone Marcello De Vito per la mobilità
Il programma del candidato sindaco per il MoVimento 5 Stelle di Beppe Grillo scoraggia l'uso dell'auto
Comunali Roma 2013: cosa propone Ignazio Marino per la mobilità
Comunali Roma 2013: cosa propone Ignazio Marino per la mobilità
Meno auto private, riorganizzazione delle strisce blu e magari un ticket. Anche il Pd fa della mobilità uno dei principali temi della campagna elettorale
Comunali Roma 2013: cosa propone Alemanno per la mobilità
Comunali Roma 2013: cosa propone Alemanno per la mobilità
Alemanno ha tra i principali obiettivi la riduzione del traffico cittadino, più piste ciclabili, car sharing e parcheggi di scambio
Elezioni 2013, un voto fondamentale anche per l'automobile
Elezioni 2013, un voto fondamentale anche per l'automobile
Il nuovo governo dovrà aprire gli occhi sul comparto o nel 2013 si perderanno altri migliaia di posti di lavoro e l'11% circa del PIL
Elezioni 2013, gli italiani chiedono incentivi auto e prezzi più bassi
Elezioni 2013, gli italiani chiedono incentivi auto e prezzi più bassi
La preoccupazione maggiore adesso è anche che consumi poco. Avere sconti e pagamenti dilazionati
Elezioni 2013, la sicurezza stradale è un problema da affrontare
Elezioni 2013, la sicurezza stradale è un problema da affrontare
Gli incidenti costano troppe vite e circa 28 miliardi di euro all'anno. Gli italiani chiedono al governo strade più sicure
Elezioni 2013, gli italiani chiedono tagli alla spesa dell'auto
Elezioni 2013, gli italiani chiedono tagli alla spesa dell'auto
Tra assicurazione, bollo e carburati è diventata un lusso. Per far ripartire l'auto però bisogna prima far ripartire il Paese
Elezioni 2013, cosa propone Beppe Grillo per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone Beppe Grillo per noi automobilisti
Il MoVimento 5 Stelle è contro l’utilizzo della macchina in città. Secondo Grillo "l'auto è morta"
Elezioni 2013, cosa propone Oscar Giannino per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone Oscar Giannino per noi automobilisti
Fare per Fermare il declino vuole privatizzare il trasporto pubblico locale ed incentivare la diffusione della scatola nera
Elezioni 2013, cosa propone Mario Monti per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone Mario Monti per noi automobilisti
Nel programma elettorale di Scelta Civica con Monti per l'Italia non c'è spazio per l'auto
Elezioni 2013, l'ACI presenta il Manifesto degli Automobilisti
Elezioni 2013, l'ACI presenta il Manifesto degli Automobilisti
10 proposte sono state inviate ai candidati premier e, senza costare nulla allo Stato, farebbero risparmiare 700 euro l'anno sulla gestione dell'auto
Elezioni 2013, cosa propone Silvio Berlusconi per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone Silvio Berlusconi per noi automobilisti
Un accenno ad accise e infrastrutture c'è nel programma del Popolo della libertà, ma non è abbastanza per il settore in crisi
Elezioni 2013, cosa propone Rivoluzione civile per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone Rivoluzione civile per noi automobilisti
Ingroia porta ad esempio la crescita della Germania grazie agli investimenti di Volkswagen, ma nel programma di partito l'auto è assente
Elezioni 2013, cosa propone il Pd per noi automobilisti
Elezioni 2013, cosa propone il Pd per noi automobilisti
Niente, nel programma elettorale non c'è la mobilità su quattro ruote. Solo promesse a voce del leader Bersani
Top