dalla Home

Curiosità

pubblicato il 15 maggio 2013

Per le vacanze si usa l'auto anche con la crisi

Non ci rinuncia il 63% degli italiani che la preferiscono al treno e all'aereo. In ascesa i viaggi in bici

Per le vacanze si usa l'auto anche con la crisi

Automobile simbolo di evasione e libertà anche in tempo di crisi? Forse non lo è più come un tempo, considerato l'alto tasso di disoccupazione nazionale (12% secondo fmi) e i costi sempre più alti per affrontare un viaggio. Tuttavia, la voglia di evadere c'è ancora, e si scelgono tragitti più brevi: uno studio Linear indica l'Italia come meta preferita da 8 italiani su 10, e il mezzo più idoneo per raggiungere le nostre località turistiche rimane in ogni caso l'automobile, con ben il 63% delle preferenze. Percentuali molto più basse per treno (14%) e aereo (12%), e sempre più in voga l'ecologica ed economica bicicletta, con il 12% che l'ha già impiegata per un viaggio, e il 30% che intende farlo nella prossima estate.

Se quindi c'è un ritorno al "viaggio lento" del passato, l'automobile è sempre il mezzo privilegiato, soprattutto per l'indipendenza dagli orari e da altri vincoli (79%); per il 58% degli intervistati l'auto è il mezzo più comodo, e per il 37% il suo vantaggio principale è il trasporto di bagagli. Solo il 12% degli italiani la considera vantaggiosa dal punto di vista economico: in proporzione viene meglio valutato invece l'aereo (58%), considerato ovviamente anche come il mezzo più veloce (69%) e per alcuni anche più rilassante (17%). Fa ancora meglio il treno, per 6 italiani su 10 il mezzo più economico, e anche veloce (34%) e rilassante (43%). Tutto questo, però non basta per sostituire l'uso dell'automobile nelle vacanze, crisi o non crisi.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Curiosità , viaggiare


Top