dalla Home

Attualità

pubblicato il 14 maggio 2013

Rc auto: è boom di evasioni

Circa 4,4 milioni di auto circolano in Italia senza polizza assicurativa. Cresce l'allarme per la sicurezza stradale

Rc auto: è boom di evasioni

Cresce l'allarme per le auto che circolano senza Rca obbligatoria. Siamo arrivati a 4,4 milioni di mine vaganti, così definite perché - se causano un incidente - per la vittima coinvolta senza colpa sono guai: deve rivolgersi al Fondo vittime della strada, facendo una fatica dannata per ottenere il risarcimento. Grosso modo, un mezzo su 10, nel nostro Paese, è senza Rca. Un fenomeno pericolosissimo, specchio di un Paese in gravissima difficoltà. Oltretutto, chi viaggia consapevolmente senza Rca sa che, in caso di sinistro, può subire legnate violentissime, roba da rovinarsi per la vita: ipotizzando un risarcimento per lesioni fisiche di 5 milioni di euro (non così improbabile, visto il costo della vita alle stelle), c’è da avere gli incubi. E così, spesso, chi è privo di Rca e provoca un sinistro, scappa, trasformandosi in pirata della strada. Una situazione infernale, cui pare davvero difficile porre rimedio, anche perché le tariffe Rca da anni schizzano in alto.

ASCESA SENZA SOSTA
Nel 2005, c’era un milione e mezzo di veicoli privi di Rca: oggi, siamo a quasi tre volte tanto. La stima dei 4,4 milioni di veicoli senza assicurazione nel 2012 la fornisce l’incrocio dei dati Ania (l’associazione degli assicuratori) e con quelli dell'Aci sui veicoli immatricolati (conteggiando un 5% in più di assicurazioni online con sede all’estero, non monitorate dalla stessa Ania). È vero: chi non usa l’auto, lasciandola in garage, può non rinnovare la Rca. Questo dato (sconosciuto) potrebbe incidere sul totale dei veicoli senza polizza, ma i numeri fanno comunque i brividi.

DRAMMA RCA FANTASMA
Va poi ricordata la truffa delle Compagnie fantasma: ci sono Rca contraffatte intestate a società che esistono, ma che non sono abilitate a operare nel ramo Rca in Italia. Talvolta, chi architetta la trappola usa nomi che somigliano a società esistenti. Senza contare i casi di Rca fantasma temporanee, fatte su misura per chi usa la macchina solo per un determinato periodo. Se si sente puzza di frode, meglio informarsi presso il sito dell'Ivass (Istituto che vigila sulle Assicurazioni).

Scopri tutto sulle assicurazioni.

Autore: Redazione

Tag: Attualità


Top