dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 13 maggio 2013

Lamborghini Egoista concept

Una "follia" progettuale ispirata all'elicottero Apache. È la Regina di tutte le Lambo, la massima espressione dell'edonismo motoristico creata per i 50 anni del Toro

Lamborghini Egoista concept
Galleria fotografica - Lamborghini Egoista conceptGalleria fotografica - Lamborghini Egoista concept
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 1
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 2
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 3
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 4
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 5
  • Lamborghini Egoista concept - anteprima 6

È un po' supercar, un po' missile, un po' aereo. Questa Lamborghini si può definire in tanti modi tranne che "automobile" perché va molto, molte oltre. Ecco perché si chiama Egoista: la Regina di tutte Lamborghini, come spiega Walter De Silva, a capo del Centro Stile Volkswagen che l'ha disegnata, "rappresenta l'estremizzazione dell'edonismo senza compromessi...". Un'auto unica che rimarrà tale per celebrare i primi 50 anni di storia del Toro sintetizzando i geni più puri e folli del marchio emiliano.

COME UN ELICOTTERO
L'Egoista è stata presentata sulla riproduzione di una pista di atterraggio perché mai l'ispirazione aeronautica è stata così forte in quel di Sant'Agata Bolognese. Più precisamente questa Lambo si rifà agli elicotteri da combattimento Apache, con un cockpit che sembra pronto all'espulsione. Dentro però il pilota può essere uno solo, perché l'edonismo alla massima potenza non si può condividere. Lo diceva anche Ferruccio: "Io metto il motore, lo metto dietro, il passeggero non lo voglio". E allora c'è un solo sedile sportivo con cintura a quattro punti che si affaccia su un volante-cloche e su una strumentazione ridotta all'osso il cui elemento portante, come sigli aerei, è un sofisticato head-up display. Per entrare e uscire da questa cabina di pilotaggio bisogna aprire (elettricamente) il cupolino in materiale antiriflesso arancione, salire sul sedile e ruotare di 180 gradi il proprio corpo. Esattamente come in Top Gun...

CARROZZERIA ANTIRADAR
La follia progettuale la ritroviamo anche nella carrozzeria dell'Egoista. Inutile sperperare aggettivi per definire quanto è estrema. Piuttosto vi diciamo che i materiali compositi che la compongono (alluminio e fibra di carbonio) sono rivestiti di una vernice antiradar. E proprio come sugli aerei da combattimento vengono segnalate le parti da "non calpestare" e ci sono le luci di ingombro.

600 CV
La meccanica di questa Lamborghini passa in secondo piano. Si sa che è stato scelto il cuore propulsivo V10 5.0 della Gallardo, ma null'altro è stato dichiarato. Anche perchè sarebbe stato un peccato porre un limite all'immaginazione. A costo di farla sfociare in follia.

Autore: Alessandro Lago

Tag: Prototipi e Concept , Lamborghini , serie speciali , anniversari


Top