dalla Home

Accessori

pubblicato il 9 maggio 2013

Adesso le batterie auto sono anche Duracell

Prodotte dall'austriaca Banner, vanno bene dall'utilitaria all'ammiraglia e si trovano in vendita in supermercati e grandi catene specializzate

Adesso le batterie auto sono anche Duracell

A renderle famose in tutto il mondo, l'instancabile coniglietto della pubblicità che, grazie alla loro energia, continuava a trotterellare quando tutti gli altri, alimentati da pile della concorrenza, erano costretti a fermarsi. Stiamo parlando ovviamente delle Duracell, talmente conosciute da essere spesso considerate come sinonimo stesso del concetto di pila. Una notorietà che alla Procter & Gamble - la multinazionale proprietaria del Marchio - hanno pensato bene di sfruttare e apporre anche sulle batterie auto (quelle per l'avviamento, non quelle per i sistemi di trazione delle vetture ibride o elettriche). La produzione di queste batterie non viene effettuata direttamente dalla Duracell, bensì dall'austriaca Banner, su licenza. A proposito di Banner, la maggior parte degli automobilisti forse non la conoscerà, ma l'azienda austriaca è tra i produttori di accumulatori più noti al mondo. Nasce nel 1937 e nel 1974 diventa uno dei fornitori di primo equipaggiamento della Volkswagen; negli anni '90 il suo marchio lo si trova sotto il cofano, tra le altre, delle Audi, delle Mercedes e Smart, delle Kia, dei camion Daf e dei fuoristrada Hummer. Nel 1999 Banner supera per la prima volta i 2 milioni di batterie prodotte in anno, nel 2006 è supplier anche di BMW, mentre fra il 2012 e il 2013 i suoi prodotti sono diventati così famosi da arrivare quasi a 4 milioni di unità prodotte.

Banner vanta dunque un curriculum di primissimo livello ed è la terza azienda nel mondo - la prima per l'area Europa, Nord Africa e Medio Oriente - a poter produrre batterie auto Duracell su licenza. La gamma prodotti è ampia si compone così: al top si posizionano le Extreme AGM, pensate per vetture moderne con ampia dotazione di dispositivi elettronici, Start & Stop e sistema micro-ibrido (quello che prevede la ricarica della batteria solo nelle fasi di rilascio dell'acceleratore). Un gradino più sotto ci sono le Extreme EFB, anch'esse pensate per fornire energia a un largo numero di dispositivi elettronici e per le auto con Start & Stop, ma senza ciclo micro-ibrido. Dopo le EFB vengono le Advanced: anche in questo caso le auto cui sono destinate dispongono di molta elettronica, ma sono prive di Start & Stop. Infine, le Starter rappresentano il prodotto entry level e sono progettate per le vetture di fascia bassa, in cui l'elettronica ha un ruolo marginale. A occuparsi della distribuzione delle batterie Duracell in Italia è la CO.RA., azienda ravennate con sedi in tutta Italia, fondata nel 1975 e specializzata nel settore auto. Le batterie Duracell vengono fornite da CO.RA., a partire da inizio maggio, ai rivenditori specializzati, alle officine e alla grande distribuzione, anche se nei supermercati gli automobilisti potranno trovare solo le batterie Starter. I prezzi? Allineati a quelli di Bosch e Varta. Siamo nella fascia premium del mercato: il "sigillo" di garanzia Duracell si paga.

Autore: Adriano Tosi

Tag: Accessori


Top