dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 29 aprile 2013

Toyota Me.We concept

La mobilità individuale reinventata da Toyota e dal designer Jean-Marie Massaud

Toyota Me.We concept
Galleria fotografica - Toyota Me.We conceptGalleria fotografica - Toyota Me.We concept
  • Toyota Me.We concept - anteprima 1
  • Toyota Me.We concept - anteprima 2
  • Toyota Me.We concept - anteprima 3
  • Toyota Me.We concept - anteprima 4
  • Toyota Me.We concept - anteprima 5
  • Toyota Me.We concept - anteprima 6

Cosa accade quando nella sviluppo di un'automobile subentrano le idee di un rinomato designer e architetto? La Toyota ME.WE Concept può essere una riposta: nata dalla collaborazione tra il centro stile Toyota europeo e il designer Jean-Marie Massaud (gà in corso fin dal 2011 per progetti specifici), è un prototipo molto originale per la mobilità individuale, con soluzioni innovative e "concrete" nelle forme, nei materiali, nell'arredamento interno e nell'impiego di tecnologie moderne ed ecologiche, che possono garantire anche un prezzo accessibile.

PANNELLI INTERCAMBIABILI E PERSONALIZZABILI IN PLASTICA
La cosa che colpisce inizialmente della Toyota ME.WE Concept è la forma della carrozzeria, una due volumi compatta (3440x1750x1600 mm) dalle forme simmetriche e realizzata con pannelli variamente decorati. La novità è data dalla struttura modulare, con un telaio di base tubolare in alluminio e pannelli in polipropilene espanso, riciclabili e variamente configurabili, in modo da poter realizzare tipi di carrozzerie diverse - una due volumi classica, una cabriolet, un fuoristrada o addirittura un pick up.

INTERNI MINIMALISTI E PRATICI
All'interno i sedili ricordano le sottili "amache" della primissima Fiat Panda, con un'ambiente luminoso e uno sfruttamento massimo dello spazio, attraverso elementi modulari: il divano posteriore, ad esempio, può essere ripiegato sotto i sedili anteriori, oppure estratto dall'auto per ricavarne un piano per un pic-nic all'aperto. Il tetto, invece, presenta una copertura in neoprene per disporre eventuali bagagli, senza rubare spazio all'interno. Interessante anche la strumentazione, "riassunta" in un display davanti al guidatore e con la possibilità di collocare al di sotto uno smartphone per altre funzionalità, attraverso un apposito collegamento; anche la climatizzazione è minimalista, con sedili riscaldati per l'inverno e una pompa dell'aria a basso consumo; è anche possibile aprire tutte le superfici vetrate, compreso il parabrezza.

QUATTRO MOTORI ELETTRICI
La particolare struttura leggera, con i pannelli della carrozzeria che pesano appena 14 kg, ha permesso di ridurre la massa ad appena 750 kg. I motori elettrici sfruttano la stessa soluzione della Toyota i-Road: sono integrati nelle quattro ruote, consentendo, quando necessario, anche la trazione integrale. Le batterie sono collocate sotto il pianale di bambù, materiale con cui sono realizzate anche le superfici orizzontali.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Prototipi e Concept , Toyota , car design


Top