dalla Home

Home » Argomenti » Multe e Ricorsi

pubblicato il 25 aprile 2013

Opel Ampera: la prova della sosta gratuita

A Roma le auto ibride non pagano sulle strisce blu (almeno in teoria), ma per evitare le multe è meglio esporre un foglio esplicativo

Opel Ampera: la prova della sosta gratuita
Galleria fotografica - Opel Ampera: la prova della sosta gratuitaGalleria fotografica - Opel Ampera: la prova della sosta gratuita
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 1
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 2
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 3
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 4
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 5
  • Opel Ampera: la prova della sosta gratuita - anteprima 6

Oltre a consumare e inquinare meno delle vetture “normali” le auto ibride vengono spesso scelte da quegli automobilisti che vogliono godere una maggiore libertà di parcheggio, circolazione nei giorni di blocco del traffico e accesso alle zone a traffico limitato (Ztl). In Italia manca a questo riguardo una normativa generale che regoli i permessi e le esenzioni delle auto ibride ed elettriche, lasciando quindi alle singole città ampia libertà decisionale. Accade così che alcune amministrazioni locali offrano le massime agevolazioni alle auto a doppia motorizzazione e che altre le riservino solo a quelle elettriche. La città più generosa con le auto ibride, almeno sulla carta, è Roma, che offre parcheggio gratuito sulle strisce blu, accesso libero alla Ztl e via libera nei giorni di blocco del traffico.

IL TEST DELLE STRISCE BLU
Per verificare nella pratica l’esenzione romana al pagamento della tariffa di sosta per le auto ibride abbiamo utilizzato una Opel Ampera, parcheggiandola in varie zone a “strisce blu” della Capitale. La prima cosa che si nota posizionando l’elettrica ad autonomia estesa all’interno delle famose strisce è che mancano del tutto riferimenti normativi o indicazioni dell’esonero sulla segnaletica verticale. Per la verità questa è una mancanza diffusa praticamente in tutta Italia, dato che l’elenco delle “dispense” sarebbe troppo lungo. L'unico riferimento in merito alle esenzioni è la dicitura "eccetto residenti" ed "eccetto autorizzati". Resta il fatto che se avessimo parcheggiato una normale vettura a benzina, Diesel, GPL o metano avremmo dovuto pagare 1 euro ogni ora, oppure 4 euro per otto ore continuative, ma con la nostra Opel Ampera la sosta è gratis.

RISULTATO: UNA SOLA MULTA
Questo particolare “test della sosta” romano con l’Ampera, durato due giorni, ha dato risultati tutto sommato positivi, visto che abbiamo potuto parcheggiare senza problemi in quasi tutti i casi, trovando una multa sul parabrezza solo in un caso. Occorre però sottolineare che la prova sul campo con la Opel Ampera è iniziata nel modo più semplice, ovvero parcheggiando la cinque porte tedesca senza nessuna precauzione sulle strisce blu; è stato proprio in questi primi tentativi che abbiamo rimediato la contravvenzione di 39 euro per infrazione all’art. 157/6 del CdS perché “Sostava senza esporre il titolo di pagamento”. Evidentemente non basta la verniciatura bianco perlato e la sagoma inconfondibile della Opel Ampera per fermare l’opera di repressione alla sosta abusiva (da parte di Polizia Municipale e Ausiliari del traffico), che comunque dovrebbe basarsi su un elenco delle auto ibride. Neppure la presenza sul parafango anteriore sinistro dello sportellino dedicato alla ricarica delle batterie è in questo caso riuscito, in assenza di una scritta specifica, a rendere riconoscibile l’Ampera come ibrida.

UN FOGLIO ESPLICATIVO PER CAUTELARSI
Forti di questa esperienza abbiamo deciso di continuare il test di parcheggio gratuito lasciando sulla plancia dell’Ampera una scheda descrittiva dell’elettrica “Range Extender”, accompagnato da un foglio esplicativo su cui abbiamo scritto “Auto ibrida - Esentata dal pagamento della sosta tariffata”. Questo stratagemma ci ha permesso di parcheggiare nuovamente l’auto negli spazi delimitati dalle strisce blu senza ulteriori sorprese: nessuna multa e nessun problema. Per scoprire se si è trattato di pura fortuna o se il foglio esplicativo è la soluzione giusta abbiamo contattato l’ATAC Roma, che ci ha confermato che nella Capitale non esistono contrassegni per evidenziare l’appartenenza della propria auto alla categoria delle ibride. Aggiungiamo noi che a Roma gli accertatori utilizzano effettivamente un elenco per riconoscere le ibride, ma può accadere che alcuni modelli (vedi la nostra Ampera) non vengano individuati come tali. Qualora, come accaduto a noi, dovesse capitare di venire multati è sempre possibile fare ricorso contro la contravvenzione ingiusta, o tentare di bloccare la notifica recandosi presso il Comando dell’accertatore con l’avviso e la carta di circolazione della propria auto.

IL CONTRASSEGNO "IBRIDA" RISOLVEREBBE TUTTO
La soluzione più pratica e sicura (già utilizzata da altre città come Bologna o Bergamo, per fare solo due esempi) sarebbe quella di istituire anche nella Capitale il rilascio di specifici contrassegni o vetrofanie da applicare all’auto ibrida. Rivolgendosi agli appositi uffici comunali si otterrebbe così una sorta di certificato “ibrido” in grado di facilitare il lavoro degli accertatori e mettere al riparo l’automobilista dalle brutte sorprese. Forse a Roma ci sarebbe in più il problema del numero elevato di richieste, laborioso da smaltire, ma si porrebbe così fine ad un piccolo fastidio in più per quegli automobilisti lungimiranti che optano per l’auto ibrida. Almeno fino all’auspicabile giorno in cui le ibride, le EV o le elettriche ad autonomia estesa come l’Opel Ampera non saranno così diffuse da rendere superflua la concessione di agevolazioni di questo tipo.

Scheda Versione

Opel Ampera
Nome
Ampera
Anno
2012 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
compatte
Carrozzeria
3 volumi
Porte
5 porte
Motore
ibridaestesa
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore:

Tag: Attualità , Opel , auto europee , auto ibride , parcheggio , multe


Listino Opel Ampera

Allestimento Trazione Alim. CV Cil. Posti Prezzo
1.4 E-Rev anteriore elettrico 150 1.4 4 € 40.220

LISTINO

 

Top