dalla Home

Prototipi e Concept

pubblicato il 20 dicembre 2006

Volvo XC60: subito FlexiFuel!

Volvo XC60: subito FlexiFuel!

Il prototipo della nuova Volvo XC60 non ha fatto nemmeno in tempo ad essere presentato al Salone di Detroit, che già si parla di una variante alimentata a bioetanolo. Del resto, è noto quanto il Costruttore svedese creda e stia investendo in questo carburante alternativo, offrendo già oggi le sue S40 e V50, nonché la nuovissima C30, in versione FlexiFuel, ovvero compatibili con l'E85 (miscela 85% bioetanolo, 15% benzina).

"Noi crediamo che il FlexiFuel abbia delle enormi potenzialità per i propulsori di grossa cubatura e stiamo pianificando un'espansione della gamma dei motori a bioetanolo nei prossimi anni". Primo esempio è proprio quello della XC60, il cui prototipo monterà subito un sei cilindri 3.2 litri in grado di funzionare con bioetanolo E85. La potenza erogata e di ben 265 cavalli per una coppia di 340 Nm, mentre le prestazioni vantano uno scatto da 0 a 100 km/h in 8,2 secondi e una velocità massima 228 km/h. Mica male per un auto alimentata con un carburante a basso impatto ambientale e per giunta in formato SUV! Il consumo, quando si viaggia ad E85, è di 12,3 litri ogni 100 chilometri percorsi.

Il progetto dell'XC60 a bioetanolo, per quanto allo stadio di prototipo, è l'ennesima conferma che Volvo è candidata a diventare leader in Europa per le auto FlexiFuel, dopo l'avvio della commercializzazione dei suoi modelli in Francia, Norvegia, Olanda, Spagna, Inghilterra, Irlanda, Belgio, Austria e Svizzera. E l'Italia? Ovviamente noi siamo in ritardo: il Governo non ha ancora predisposto un piano di incentivazione alla produzione e distribuzione del bioetanolo, sicchè non esistono ancora distributori per rifornire le auto...

Autore: Alessandro Lago

Tag: Prototipi e Concept , Volvo


Top