dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 dicembre 2006

Al via il blog della Fiat Bravo

Al via il blog della Fiat Bravo

Negli ultimi mesi la creatività del marketing Fiat e delle agenzie che lavorano per la Casa torinese sembra non avere limiti. Dopo il colossale progetto di comunicazione online "500 wants you", rilanciato proprio la settimana scorsa con l'operazione "Baby Boom" (le mamme che partoriranno il giorno del lancio della nuova 500 potranno vincerla), Fiat Auto è pronta ad inaugurare una nuova iniziativa telematica dedicata alla futura Bravo.

Partirà domani il blog http://www.quellichebravo.it, che per la prima volta in campo automotive, accompagna il debutto di un modello attraverso i racconti e i bozzetti di quanti l'hanno disegnata, realizzata e costruita. Un modo per aprire le porte della Casa automobilistica ai tanti appassionati che hanno dimostrato curiosità e interesse per la nuova Fiat Bravo.

Fino al lancio ufficiale di febbraio, infatti, gli utenti potranno accedere ad un sito gestito dal Marketing Fiat e dall'agenzia Leo Burnett Arc che, attraverso interviste e materiali (immagini, bozzetti e video), "porteranno" sul web la testimonianza di coloro che da 18 mesi stanno lavorando per la realizzazione della nuova Fiat Bravo. Il sito sarà sempre aggiornato con nuove iniziative, offrirà diverse gallerie di fotografie, disegni e video, oltre a dare la possibilità di iscriversi ad una newsletter o di ricevere "feed RSS" che avvisano dell'aggiornamento di alcune sezione di proprio interesse.

Una fonte di informazioni inedite in formato di blog: un luogo virtuale dove chiunque può esprimere liberamente la propria opinione, "postando" commenti, fotografie ma anche link ad altri siti. Tutti i messaggi saranno pubblicati dando vita ad una vera e propria community dove discutere sul nuovo modello rispettando soltanto alcune regole di comportamento.
Il primo post sarà quello di Luca De Meo, responsabile Brand Fiat, che invita gli utenti a scoprire la nuova Bravo su questo sito attraverso il lavoro degli stilisti, degli ingegneri, dei tecnici e degli operai.

Autore: Alessandro Lago

Tag: Curiosità , Fiat


Top