dalla Home

Attualità

pubblicato il 12 aprile 2013

Airbag difettosi: richiamo per 3,4 mln di auto giapponesi

La possibilità di un mancato gonfiaggio del cuscino di sicurezza coinvolge Toyota, Honda, Nissan e Mazda prodotte dal 2000 al 2004

Airbag difettosi: richiamo per 3,4 mln di auto giapponesi

I richiami delle case automobilistiche per la risoluzione di difettosità sono una prassi comune e utile per tutelare la sicurezza degli automobilisti, quasi quotidiana. Quando però queste campagne di richiamo coinvolgono un numero di veicoli molto elevato scatta l’effetto notizia e assume quasi sempre contorni “scandalistici”. Un caso di scuola è stato quello del famoso "acceleratore Toyota", ma il richiamo appena annunciato di 3,39 milioni di auto giapponesi causa un airbag difettoso sembra prendere la stessa piega. Il costruttore maggiormente coinvolto è ancora Toyota, che sta richiamando 1,73 milioni di veicoli (580.000 in Nord America, 490.000 in Europa, 320.000 in Giappone e 340.000 altrove), seguito da Honda con 1,13 milioni di vetture richiamate in Asia, America e Africa, Nissan a quota 480.000 e Mazda con 45.000 unità. La misura cautelativa riguarda anche automobili vendute in Italia.

Secondo i dati riportati dal ministero dei trasporti di Tokyo il difetto riguarda un lotto di airbag prodotti dalla giapponese Takata e installati su veicoli prodotti dal 2000 al 2004. L’avaria al sistema pirotecnico di gonfiaggio potrebbe provocare, nella peggiore delle ipotesi, la mancata apertura dell’airbag in caso di incidente. Fino ad ora questa anomalia di funzionamento non avrebbe provocato vittime, mentre i casi di malfunzionamento registrati da Toyota sono cinque (nessuno in Europa). I modelli maggiormente coinvolti sono Toyota Yaris, Corolla e Avensis prodotte fra il 2000 e il 2004, Nissan X-trail, Patrol, Pathfinder e Navara assemblate nello stesso periodo. Toyota ha già annunciato che sostituirà gli airbag difettosi con altri nuovi. Dal canto suo la Takata ha tenuto a precisare che il numero di vetture a rischio airbag difettosi è inferiore, circa 2 milioni, prodotte nel periodo 2000-2002 e che non tutte necessitano dell’intervento di sostituzione in officina.

Autore:

Tag: Attualità , auto giapponesi , richiami


Top