dalla Home

Tecnica

pubblicato il 11 aprile 2013

La Ue certifica il risparmio energetico delle luci a LED Audi

La prima eco-innovazione documentata dalla Commissione Europea taglia le emissioni di CO2 di almeno 1 g/km

La Ue certifica il risparmio energetico delle luci a LED Audi
Galleria fotografica - Fari a LED AudiGalleria fotografica - Fari a LED Audi
  • Fari a LED Audi - anteprima 1
  • Fari a LED Audi - anteprima 2
  • Fari a LED Audi - anteprima 3

Nell’ambito del piano pluriennale per la riduzione delle emissioni dei veicoli avviato nel 2009 la Commissione Europea ha certificato la prima eco-innovazione, riconoscendo ai fari a LED di Audi il merito di ridurre i consumi e di conseguenza le emissioni di anidride carbonica. In una serie di test effettuati sulla fanaleria “full LED” dell’Audi A6 la Commissione Europea ha infatti rilevato che il taglio alle emissioni rispetto ad un comune impianto a lampada alogena è pari ad almeno 1 g/km di CO2. La Casa di Ingolstadt sottolinea infatti che il consumo dei fari a LED è pari a 80 watt, contro i 135 watt dei fari alogeni.

La certificazione Ue ha valutato il funzionamento delle luci a LED applicate ai fari anabbaglianti, abbaglianti e luci targa, seguendo una serie di indicazioni tecniche contenute nel regolamento europeo 725/2011 per le eco-innovazioni. Il tutto rientra nel piano continentale per la riduzione entro il 2015 della CO2 emessa mediamente dalla gamma di ogni costruttore, contenuta nel limite di 130 g/km. Dal canto suo Audi ricorda che i gruppi ottici a LED fanno parte del patrimonio tecnologico dei sui modelli sin dal 2004 (A8) e che attualmente le versioni più evolute vengono montate su R8, A8, A6, A7 Sportback e A3, con sistemi da 19 fino a 76 diodi luminosi.

Autore:

Tag: Tecnica , Audi , auto europee


Top