dalla Home

Curiosità

pubblicato il 2 aprile 2013

Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q”

Un programma specifico per soddisfare le richieste esclusive dei futuri proprietari

Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q”
Galleria fotografica - Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla 'Q'Galleria fotografica - Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla 'Q'
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 1
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 2
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 3
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 4
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 5
  • Aston Martin: personalizzazione al massimo con la sigla “Q” - anteprima 6

Auto di lusso, un settore che nel periodo di crisi che stiamo attraversando ha fatto segnare numeri da record con impennate di vendite e fatturati. Uno dei motivi di questo successo è l’ulteriore avvicinamento delle case produttrici alle esigenze dei proprietari grazie a piani di personalizzazione delle autovetture che vengono realizzate ormai su misura. Anche Aston Martin ha lanciato un piano per rendere unica la propria autovettura: si chiama “Q” e consente ai clienti di migliorare e personalizzare le loro vetture con meticolosa attenzione ai dettagli. L’azienda ha sviluppato un approccio veloce, flessibile e modulare per soddisfare gusti e “capricci” del proprietario, che si tratti di esterni o interni.

Il primo esemplare uscito dalla fabbrica è una Aston Martin Vanquish Q che è stata totalmente rivista da mani esperte: il colore scelto per gli esterni è il bianco perla arricchito da numerosi dettagli in carbonio (sia all’anteriore che al posteriore, come ad esempio il deflettore) scarichi posteriori bruniti effetto grezzo e i cerchi con richiami azzurri per riprendere la scelta del colore degli interni. Questi ultimi sono infatti realizzati con massima cura in un particolare colore blu. I sedili in pelle totale ricordano le forme di un serpente grazie alla fantasia bianca delle cuciture, mentre altri dettagli dell’abitacolo rendono unica anche l’esperienza di chi è seduto alla guida e al lato passeggero. Infinite le personalizzazioni specialmente per quanto riguarda colori e tessuti: ma allora era veramente necessario scegliere un colore “shock” da abbinare al ben più raffinato e sobrio bianco perla?

Scegli Versione

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Aston Martin , ginevra , auto inglesi , saloni dell'auto


Top